Nel disastro di ieri hanno vinto Loro

Riflessione extra-calcistica del post gara
12.12.2016 09:56 di Giancarlo Cornacchia Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Nel disastro di ieri hanno vinto Loro

Quando una barca affonda, si sa, vanno giù tutti quanti. Applicando questa massima ad una squadra di calcio è facile dedurre che oltre ad allenatore, giocatori, società, anche i tifosi vengano tirati giù dal vortice. Eppure nel disastro totale di ieri pomeriggio, con il Napoli che giocato con la stessa leggerezza con la quale si affronta un'amichevole infrasettimanale, qualcuno ha tenuto alta la cosiddetta bandiera, ha conservato l'onore e con orgoglio ha lasciato lo stadio a testa alta. Parliamo dei tanti tifosi presenti che nonostante la vera e propria umiliazione subita dai loro beniamini erano comunque al loro posto, a provare a sostenerli e magari pure a gioire qualora fosse arrivato anche un solo misero goal. Certo, qualcuno già dopo la terza marcatura partenopea ha lasciato lo stadio comprensibilmente infuriato, ma la maggior parte no. La più bella immagine di un pomeriggio da cerimonia funebre si è vista al fischio finale di Calvarese, quando, specie da parte della tifoseria organizzata degli "Sconvolts", sono partiti cori di incoraggiamento e applausi che hanno esortato i rossoblu a ringraziarli per il loro sostegno. Facce scure anche in sala stampa, ma gli stessi Rastelli e Dessena hanno comunque voluto enfatizzare il comportamento di chi ieri pomeriggio ha davvero vinto, i tifosi.