32 candeline per Daniele Dessena

10.05.2019 07:30 di Luca Pes   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
32 candeline per Daniele Dessena

Un ragazzo perbene, una carriera quasi interamente dedicata alla causa rossoblù. Questo è Daniele Dessena.

Nato a Parma ma di origini sarde (nonno paterno originario di Benetutti), cresce calcisticamente nelle giovanili del club ducale. Col Parma esordisce in Serie A e in Coppa UEFA a soli 17 anni. Disputa quattro campionati in gialloblù prima del passaggio alla Sampdoria nel 2008.

Nel 2009-10 la prima parentesi cagliaritana (in prestito) è caratterizzata da 29 presenze e 3 gol.

Nel 2010-11 il ritorno nella Genova blucerchiata. Un anno e mezzo tra A e B, poi nel dicembre 2011 quella che si rivelerà una scelta di vita.

Si trasferisce a Cagliari in prestito, esordisce per la seconda volta in maglia rossoblù nel gennaio 2012 e diventa subito un punto fermo della squadra isolana. A fine stagione il club lo riscatta a titolo definitivo, è l'inizio di una lunghissima esperienza nel capoluogo sardo.

Si avvicendano gli allenatori, cambiano i compagni di squadra, Massimo Cellino cede il club a Tommaso Giulini: Daniele Dessena è sempre un punto fermo e attraversa varie stagioni della storia cagliaritana. Nel 2015, dopo l'addio di Daniele Conti, diventa capitano della squadra e decide di rimanere in rossoblù nonostante la retrocessione in B.

Il 28 novembre 2015 riporta la frattura di tibia e perone nel corso di Brescia-Cagliari. La stagione è ormai compromessa, ma Dessena torna comunque in campo per pochi minuti il 14 maggio 2016 durante Cagliari-Salernitana, penultima gara di campionato e giorno della festa promozione al Sant'Elia. Nell'ottobre 2016, a poco meno di un anno dal grave infortunio, scende in campo tra i titolari nella sfida casalinga contro il Palermo e mette a segno una doppietta.

Sette anni pieni e due stagioni a metà con la maglia del Cagliari. 195 presenze in campionato condite da 10 gol, 10 partite e 2 reti in Coppa Italia, questi i numeri di Dessena in rossoblù.

Il resto è storia recente: il 9 gennaio di quest'anno si trasferisce al Brescia, in Serie B, a titolo definitivo. La pubblicazione di una bellissima lettera in cui ringrazia i tifosi e tutti i protagonisti della sua avventura cagliaritana scandisce le ore dell'addio.

Ma il destino è dietro l'angolo: Dessena il 1° maggio mette a segno il gol decisivo per la promozione. È di nuovo Serie A, sarà di nuovo Cagliari. Stavolta da avversario.

Oggi Daniele spegne 32 candeline. Buon compleanno da TuttoCagliari.net!