Storari, da titolare in Champions alla cessione

Strano destino per l'ex portiere del Cagliari
11.01.2010 10:42 di Francesco Aresu  articolo letto 1911 volte
© foto di Filippo Gabutti
Storari, da titolare in Champions alla cessione

All'inizio della stagione parti titolare, assaporando anche la gioia del debutto in Champions League con una maglia “pesante” come quella del Milan, disputando partite egregie dove sei il migliore della tua squadra. Poi, per colpa di un infortunio, diventi l'ultimo nella gerarchia dei portieri, finendo nel dimenticatoio. Questo è lo strano destino di Marco Storari, a Cagliari dal gennaio al giugno del 2008, nella stagione del miracolo di Ballardini, grazie ai gol di Acquafresca e alle parate del biondo portiere. Dopo l'infortunio patito a fine ottobre, l'ex rossoblu è stato sopravanzato nelle scelte di Leonardo prima da Dida, che ne ha preso il posto da titolare, poi da Abbiati (cui pare che Galliani avesse promesso il posto da titolare al recupero dall'infortunio) e perfino da Roma, rischiando di tornare ad essere, come due stagioni fa, il quarto portiere rossonero. Magra consolazione, al ritorno dall'infortunio, Storari ha ripreso il posto da dodicesimo, andando in panchina, negli ultimi sei match. Di qui, la scelta di cambiare aria, come riportato da TuttoMercatoWeb, con due squadre in pole position per avvalersi delle sue parate: il Livorno, dove De Lucia non ha mai convinto fino in fondo e con Benussi in partenza per la serie cadetta e la Sampdoria, che sarà orfana di Castellazzi per almeno 45 giorni, visto il brutto infortunio di Napoli.