Finalmente in paradiso

20.05.2018 21:09 di Francesco Ortu  articolo letto 1999 volte
© foto di Federico De Luca
Finalmente in paradiso

Cala il sipario. Non possiamo sottrarci dall'applaudire questo Cagliari. Un Cagliari che ha saputo ridestarsi nel giorno piú buio (Samp-Cagliari) quando qualunque possibile reazione sembrava improbabile e impossibile. Eppure eccoci ancora qui, nonostante quei titani come Roma,Fiorentina e Atalanta che si paravano davanti. Il gol di Ceppitelli non sancisce solo la vittoria, ma è la chiusura di un campionato che aveva sempre piú le sembianze di un Purgatorio, ma sancisce anche l'accesso (o per meglio dire "il rimanere") in Paradiso. Una stagione, per sofferenza, simile ad un Esodo biblico: un errare continuo di prestazioni pessime, talvolta indecenti,  ma che hanno avuto termine con questa agognata salvezza. Oggi la squadra si presenta stoica, ribattendo colpo su colpo un'Atalanta che provoca non pochi brividi e non molla di un centimetro. Questa vittoria rappresenta il regalo piú bello e dolce per i tifosi che non hanno mai smesso di sostenere e riempire lo stadio, nonostante tutto. Stare si può festeggiare e gioire, ma giá domani inizierá un nuovo cammino. Un cammino che deve far tesoro degli insegnamenti di questo campionato, evitando di far rivivere emozioni cosí forti ma pericolose. Festeggiamo e divertiamoci, perchè domani inizia un nuovo percorso.