Good luck, Magic box

 di Christian Seu Twitter:   articolo letto 3814 volte
Good luck, Magic box

E' un'epifania. E non è casuale che proprio nel giorno di quella cristiana, debutterà sulla panchina dell'amata squadra. Gianfranco Zola torna in Sardegna. Torna a Cagliari, a guidare il suo Cagliari. Quella stessa squadra che undici anni fa decideva di abbracciare, nonostante una serie di nonostante. Nonostante l'amore per Londra e per il Chelsea (che fece ritirare la sua 25, dopo aver bollato come "God", dio, il suo legittimo proprietario perpetuo), nonostante l'avvento di Abramovich (che le solite voci incontrollate volevano persino in procinto di acquistare il Cagliari pur di riavere Magic Box con sé), nonostante qualche naso storto dalle parti di viale La Playa (del resto Gianfranco aveva 38 anni, e il campionato con cui cimentarsi era la ruvida cadetteria a 24 squadre). Maglia numero 10, fascia di capitano, trascinatore in campo. Ha fatto crescere il Cagliari, ma soprattutto ha coccolato e indottrinato decine di compagni, che dal suo addio non sono riusciti più a esprimersi ai sublimi livelli dell'era Zola. I suoi assist, i suoi tagli, banalmente l'attenzione morbosa che i difensori avversari gli riservavano, erano manna per gli Esposito, i Suazo, i Langella. 

Poi, l'addio. Non indolore, non sanabile. Con Cellino, Gianfranco Zola s'è lasciato malino, inutile girarci attorno. Ai pizzicotti dell'ex patron il fantasista di Oliena non ha mai risposto, da signore qual è, limitandosi a definire "improbabile" un suo ritorno in rossoblù. Ora, con una nuova dirigenza e con le condizioni di ingaggio completamente differenti, il filo della storia si ricuce.

Non sarà facile, questo è indubbio. Ma Gianfranco parte dalla stima incondinzionata di un ambiente che l'ha amato visceralmente, come pochi altri nella storia rossoblù. Ha deciso di rimettersi in gioco e di rimettere in gioco una parte di quell'affetto, rischianddo. Avrà certamente chiesto delle garanzie, quelle necessarie a rimettere in piedi una squadra che necessita di un paio di aggiustamenti per poter ambire alla salvezza.

Good luck, Magic box. Ne avrai, ne avremo bisogno.