Il borsino del mercato rossoblù
Eppur si muove...

Direttore responsabile di TuttoCagliari.net e già caporedattore di Tuttomercatoweb.com, Christian Seu si è occupato delle vicende della squadra isolana anche per Cuorerossoblu.com, InformazioneSportiva, Real Soccer, Goal.com e Zerosettanta.it.
19.07.2009 11:30 di Christian Seu   Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
Il borsino del mercato rossoblù  Eppur si muove...

Avviato ufficialmente il ritiro, si scrolla di dosso ufficialmente l'immobilismo dei primi giorni di mercato anche il Cagliari. In Sardegna approda Lino Marzorati (attendiamo buone nuove dall'anagrafe e intanto fiduciosi noi lo scriviamo così, con una t sola), classe 1986, difensore capace di giostrare da centrale e da esterno destro con la stessa naturalezza. Mi sbilancio: un autentico colpo di mercato. Scuola Milan, il buon Lino ha esordito in serie A con la maglia rossonera ad appena 19 anni, imponendosi successivamente ad Empoli: due stagioni in A, una (l'ultima) in serie B. Costantemente titolare, talvolta persino capitano, nonostante la verdissima età. 15 presenze con l'Under 21 e la concreta possibilità di diventare uno dei più forti difensori italiani. Sostituirà verosimilmente Carlos Matheu, probabilmente destinato a tornare a giocare in Argentina: il giocatore ex Indipendiente potrebbe non aver gradito la (relativamente) scarsa considerazione di Allegri, che per il momento intende puntare su Lopez e Canini come centrali titolari. Inamovibili Pisano e Agostini sulle fasce, per il difensore argentino sarebbero rimaste le briciole. Qualche chance in più per Marzorati, già a suo agio con i meccanismi della massima serie anche nel ruolo di centrale.
Riflessione: il Cagliari in difesa sposa la linea ye-ye. Tralasciando i senatori Lopez e Agostini, Allegri potrà puntare su Canini ('85), Pisano ('86), Marzorati ('86), Astori ('87), Di Laura ('91, stabilmente aggregato ai grandi) ai quali si aggiunge Marchetti ('83) e, dal prossimo anno Agazzi ('84). Il futuro è tutto loro.

Capitolo Daniele Dessena: Massimo Cellino ha messo la croce sul nome del centrocampista della Sampdoria, che in settimana è tornato ad allenarsi con Cassano e compagni. Il ragazzo, nonostante le rassicurazioni del procuratore Bia, pare non gradisse del tutto la destinazione sarda. All'orizzonte, l'Udinese.
A questo punto Cellino è costretto a trovare un'alternativa. Che il presidente pare abbia già individuato: "Non faccio nomi, altrimenti me lo fregano" ha dichiarato nei giorni scorsi ai microfoni dei giornalisti presenti ad Asseminello. Una soluzione potrebbe essere rappresentata da Alessio Sestu. Centrocampista esterno, reduce da una stagione quantomeno contradditoria, si libererà a costo zero non appena sarà ufficializzata la mancata iscrizione dell'Avellino ai campionati professionistici. Palesi origini sarde (papà è di Muravera, la mamma è di Nughedu Santa Vittoria), potrebbe garantire una interessante variante tattica a Max Allegri. Resta da valutare la situazione di Andrea Parola: a fine stagione, dalla pancia dello stadio Friuli di Udine, disse che era intenzionato a riavvicinarsi a casa. Al momento, nessuno si è fatto avanti concretamente: Allegri stima il giocatore, considerato l'ideale alternativa al pacchetto titolare. E, con la partenza di Fini, gli spazi potrebbero addirittura aumentare. Sormontati i problemi familiari che lo spingerebbero vicino la sua Pisa, potrebbero aprirsi importanti spiragli per la sua permanenza. Nelle ultime ore è dato in rapida marcia di avvicinamento Christian Obodo, centrocampista nigeriano classe '84 proveniente dall'Udinese: da verificare le sue condizioni, ma l'ex di Perugia e Fiorentina garantirebbe grinta e un'eventuale alternativa a Daniele Conti anche nel ruolo di regista.

Michele Canini resterà a Cagliari. Nessuna società al momento è disposta a versare nelle casse rossoblù una cifra che si avvicini lontanamente dai 10 milioni "sparati" dal presidente Cellino. Per il difensore ex Atalanta la prossima potrebbe essere la stagione della definitiva consacrazione: al 18 luglio è accreditato di un posto da titolare nella terza linea isolana, per la prima volta dopo il terribile infortunio patito nel giugno 2007 con l'Under 21. Un'occasione da non perdere. Cade definitivamente la possibilità di vedere Marco Andreolli in rossoblù.

La difesa è sistemata con l'arrivo di Marzorati. L'attacco al momento appare ugualmente ricco di alternative. Nelle prossime ore tornerà ad allenarsi con i compagni ad Asseminello anche Joaquin Larrivey, rientrato in Sardegna già in settimana. Al centravanti argentino non mancano le richieste: il Velez lo rivorrebbe in prestito, il River Plate ha fatto un timido sondaggio. Cellino crede in lui e intende trattenerlo a Cagliari, a meno di clamorose e irrinunciabili offerte. Qualora Joaquin dovesse partire, si riaprirebbe la caccia ad una punta che possa accontentarsi di recitare un ruolo di comprimario. In pole position Ferdinando Sforzini, classe 1984 (coetaneo di Larrivey), che l'Udinese sarebbe disposta a cedere in prestito. Più difficili le piste che portano ad Andrea Soncin e Daniele Vantaggiato, ormai impercorribili quelle che nelle scorse settimane hanno portato a Calaiò, Cacia e Succi.

In settimana perfezionate diverse operazioni riguardanti i giovanotti rossoblù: Marco Mancosu è andato in prestito all'Empoli, Simone Aresti all'Alghero, Salvatore Burrai alla Cremonese e Marco Sau al Lecco.


IN ENTRATA
Anderson Nenè 100% (4,5 milioni, Nacional Madeira)
Lino Marzorati 100% (3 milioni, Empoli)
Micheal Agazzi 100% (600 mila euro per metà, Triestina: dal 2010)

Christian Obodo 70% (Udinese)
Ferdinando Sforzini 50% (Udinese)
Alessio Sestu 20% (Avellino)
Simone Bentivoglio 15% (Chievo)
Andrea Soncin 10% (Ascoli)
Simon Laner 10% (AlbinoLeffe)
Nicolas Perez 5% (Estudiantes)
Carl Valeri 5% (Grosseto)
Daniele Dessena 5% (Sampdoria/Parma)
Daniele Vantaggiato 5% (Parma)

IN USCITA
Robert Acquafresca 100% (fine prestito, Inter)
Paolo Bianco 100% (scadenza, Atalanta)
Daniele Magliocchetti 100% (prestito, Triestina)
Michele Fini 100% (scadenza, Siena)
Simone Aresti 100% (prestito, Alghero)
Salvatore Burrai 100% (prestito, Cremonese)
Marco Mancosu 100% (prestito, Empoli)
Marco Sau 100% (prestito, Lecco)

Carlos Matheu 80% (Indipendiente, San Lorenzo)
Andrea Parola 80% (Siena, Torino)
Joaquin Larrivey 60% (Velez, River)
Michele Canini 1% (Roma, Lazio)