Il lieto fine di una travagliata stagione

Ora tanti dubbi da sciogliere
 di Giancarlo Cornacchia Twitter:   articolo letto 2644 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Il lieto fine di una travagliata stagione

Finalmente la parola fine è stata posta anche per la stagione 2016-2017. Il Cagliari, alla faccia di tutti coloro che lo vedevano pronto al ritorno in serie cadetta, è riuscito nell'intento di mantenere la categoria e ieri, nell'ultimo atto, si è tolto la soddisfazione di battere il Milan di Montella, un tabù che durava dal 1998. Non solo: quella di ieri è stata una partita da favola per un giovanissimo all'esordio e per un veterano, ovvero Luca Crosta e Fabio Pisacane. Il portiere, schierato dal primo minuto a causa delle defezioni di Rafael e Gabriel, ha esordito come meglio non avrebbe potuto: parate decisive, personalità ed il penalty neutralizzato a Carlos Bacca. Il terzino napoletano ha dato seguito al suo personalissimo "Libro Cuore" realizzando il suo primo goal in serie A proprio all'ultimo respiro regalando una grande gioia ai tifosi ed alla sua famiglia. Un emblema la corsa collettiva verso di lui da parte di tutta la squadra e dello stesso Rastelli. Eh si, proprio Massimo Rastelli. "Perché vengo mancato di rispetto in questa maniera?", ha dichiarato in sala stampa a margine della partita. Contro tutto e contro tutti il suo lavoro ha innegabilmente portato frutto e, seppur con diversi momenti di poca lucidità, ha raggiunto ciò che la società gli aveva chiesto. Ed ora? Già quest'oggi ci sarà l'incontro tra allenatore e dirigenza, compreso il neo entrato Giovanni Rossi, per valutare il futuro. L'unica cosa certa è la volontà delle parti di proseguire il rapporto al fine di migliorare ciò che è stato fatto quest'anno è per dimostrare che si è fatto tesoro dei tanti errori commessi. Se così non sarà, si ricomincerà daccapo, si chiuderà l'ultima pagina di un libro, di una favola, che ha comunque riservato un lieto fine.