L'umiltà che fa diventare grandi

I rossoblu crescono e maturano
 di Giancarlo Cornacchia Twitter:   articolo letto 3098 volte
© foto di Daniele Liggi/TuttoCagliari.net
L'umiltà che fa diventare grandi

L'umiltà è la qualità che consente di riconoscere i difetti e, con equilibrio, ti aiuta ad avere la giusta opinione di te stesso. Grazie all'umiltà un individuo cresce, matura ed è in grado di poter far fronte anche alle situazioni anche più complicate, nonchè è maggiormente agevolato nel raggiungere i suoi obiettivi. Questo Cagliari ha umiltà? Rispondiamo a questa domanda con la dichiarazione che Niccolò Giannetti ha rilasciato ai colleghi di Sky Calcio al termine del primo tempo di ieri sera: "Io sono meno talentuoso dei miei compagni, di conseguenza devo correre più loro o rischio di rimanere indietro".

Parole davvero significative che ci fanno comprendere l'umiltà dell'attaccante rossoblu. Arrivato come alternativa ai vari Sau, Melchiorri e Farias, si è sempre ritagliato il suo spazio con prestazioni costanti fatte di grinta, personalità, goal (quello di ieri è stata la quinta realizzazione), ed appunto umiltà. In questi ragazzi si evince la gran voglia di migliorare e di mantenere i piedi per terra nonostante il blasone attribuito da tutti gli addetti ai lavori, nonchè dai numeri della classifica. Pure Storari, che di blasone se ne intende, ha messo in evidenza a fine partita che è sempre importante guardare avanti con umiltà, evitando di farsi distrarre dai numeri e, soprattutto, dall'entusiasmo. Si, grazie anche all'umiltà squadra, allenatore e società stanno costruendo qualcosa di veramente importante che potrebbe regalare grosse soddisfazioni all'intera piazza.