Verso tre scontri diretti: Cagliari, è vietato sbagliare

29.01.2018 09:00 di Serafino Ghisu  articolo letto 2213 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport
Verso tre scontri diretti: Cagliari, è vietato sbagliare

Il Cagliari ha raccolto un punto dalla trasferta in Calabria. Un punto d’oro, anche perché gli isolani hanno giocato 10 contro 11 per un tempo. Il protagonista assoluto del match non è stato il Cagliari, né tantomeno il Crotone, ma il signor Tagliavento, che ha assegnato un rigore assai dubbio ai calabresi prima, estratto (ingiustamente) il cartellino rosso a Pisacane poi.

Dopo pochi minuti dall’espulsione del difensore campano, i sardi hanno acciuffato, a sorpresa, il pareggio: Cigarini, su calcio di punizione, ha disegnato una traiettoria imparabile per Cordaz. Nella ripresa il Crotone ha tenuto in mano il pallino del gioco, mentre il Cagliari si è chiuso nella propria metà campo cercando di pungere in contropiede. E’ stato un secondo tempo sofferto per i sardi, che hanno difeso fino allo stremo l'X. Nel finale i padroni di casa hanno segnato la rete del vantaggio, ma il direttore di gara si è reso ancora una volta protagonista, annullando il gol che sembrava regolare. Reso nullo, forse, per "compensare" i torti subiti dal Cagliari in precedenza.

Spal, Sassuolo, Chievo Verona, questi sono i prossimi tre impegni per il Cagliari. La prima in casa, le altre in trasferta. Tre scontri salvezza, che dovranno portare punti nelle tasche dei rossoblù. Lopez potrà contare nuovamente su Barella, Joao Pedro e Pavoletti. Proprio l’assenza del centravanti toscano è stata quella che ha penalizzato più il gioco del Cagliari. Giannetti ha provato a sostituirlo, senza gli esiti sperati. Domenica arriverà la Spal di mister Semplici, che ieri ha fermato l’Inter, alla Sardegna Arena: è vietato sbagliare, in palio c’è una bella fetta di salvezza.