Cragno: “Alle big è difficile dire di no, ma ho bisogno di giocare”

 di Pietro Piga  articolo letto 2921 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
 Cragno: “Alle big è difficile dire di no, ma ho bisogno di giocare”

Le mani sulla serie A, col Benevento, per Alessio Cragno. Che poi, dopo l’Europeo Under 21, tornerà al Cagliari, con cui giocherà nella massima serie, a distanza di tre stagioni dall’ultima volta.

Il portiere, che a fine giugno compirà 23 anni, si è concesso a La Gazzetta dello Sport, partendo dalla promozione con gli Stregoni: “È stato pazzesco e forse non ci rendiamo neppure conto di cosa abbiamo fatto. A inizio anno era inimmaginabile, ma a Benevento ho scoperto una società molto organizzata e un grande presidente come Vigorito. Abbiamo scritto la storia”.

Sull’Under 21, con la quale partirà in Polonia per l’Europeo di categoria, commenta: “Siamo un gruppo di grande talento, ma la nostra forza è l’unione che si è creata. Siamo amici fuori dal campo è il nostro segreto. Duello con Donnarumma? Una concorrenza del genere è solo da stimolo. Non mi sento né titolare né riserva, toccherà a Di Biagio scegliere e decidere”.

Le voci di mercato incombono, con Anderletch e Napoli che gli fanno la corte: “Alle big è difficile dire no, ma nel mio ruolo serve continuità. Per crescere e migliorare ho bisogno di giocare”.