Joao Pedro: “Squalifica ingiusta, non vedo l’ora di giocare. D’ora in poi non possiamo sbagliare”

 di Pietro Piga  articolo letto 2466 volte
© foto di Federico De Luca
Joao Pedro: “Squalifica ingiusta, non vedo l’ora di giocare. D’ora in poi non possiamo sbagliare”

Joao Pedro, dopo essersi accomodato in tribuna in virtù delle tre giornate di squalifica rimediate per l’espulsione contro la Roma, è pronto a tornare in campo per dare una mano al Cagliari, che deve ricominciare a fare punti.

Domenica, al Luigi Ferraris, i rossoblu sfideranno la Sampdoria. Il brasiliano, intervistato dai colleghi de La Nuova Sardegna, non vede l’ora di giocare: “La squalifica è stata ingiusta, giocare mi manca da morire. In queste settimane ho lavorato duramente e sono sceso in campo con la Primavera”.

I blucerchiati nel mirino: “E’ una gara che stiamo preparando bene, perché dovremo stare attenti: giocano bene, pressano e possono contare su Muriel e Quagliarella, capaci di punire. Per intensità, sarà una partita come quella dell’andata”.

Il Cagliari, in questo 2017, non ha brillato. Joao Pedro, però, crede nella rivalsa: “In alcune di circostanze gli episodi non ci hanno aiutato e abbiamo incassato tante reti. Gli infortuni hanno fatto la loro parte, ma non molliamo e adesso il morale è cambiato. Mancano troppe partite al termine del campionato, ci attendono sfide dure e non possiamo sbagliare. La società e i tifosi stiano tranquilli”.