Cagliari, nuovo stadio entro il 2020: la Regione approva la variante urbanistica del PUC

02.03.2017 14:27 di Pietro Piga   Vedi letture
 Cagliari, nuovo stadio entro il 2020: la Regione approva la variante urbanistica del PUC

Un altro, importante passo verso la costruzione del nuovo stadio del Cagliari. Infatti, la Regione Sardegna, stamani, ha approvato la variante urbanistica del PUC relativa alle aree pertinenziali dove sorgerà il nuovo impianto.

Ad annunciarlo, attraverso il proprio account Facebook, è stato Fabrizio Marcello, presidente della Commissione Comunale.

Questo il messaggio pubblicato da Marcello: “In data 02/12/2015, con nota protocollo generale n. 279479, la Società Cagliari Calcio S.p.A. presento istanza di “Proposta per l’affidamento della concessione per la realizzazione e gestione, in condizioni di equilibrio economico finanziario, del nuovo stadio di Cagliari”, ai sensi della Legge n. 147 del 27/12/2013. 

La proposta, come rappresentata nello studio di fattibilità presentato, prevede la demolizione dell’attuale impianto e la realizzazione di un nuovo stadio, nella stessa area di sedime dello Stadio Sant’Elia, che si estende su una superficie di circa 72.000 mq, al fine di realizzare un nuovo impianto da 21.000 posti, un’area commerciale, parcheggi e strutture di allenamento;

Costi dell’intervento: costo totale quantificato è di 55.493.57+iva da finanziare in questo modo;
1. 10.000.000 da parte del club 
2. 10.000.000 intervento in partecipazione da parte dell’impresa di costruzione che si occuperà della realizzazione dell’intervento.
3. 19.000.000 ricorso a finanziamento bancario con fondi Jessica
4. 10.000.000 attivazione di una linea iva 
5. 10.000.0000 finanziamento SFIRS 
6. 10.000.000 contributo da parte del comune di Cagliari.

L’impianto, pensato per ospitare eventi di ogni genere, manifestazioni calcistiche, eventi sportivi non calcistici, concerti e altri eventi di intrattenimento, comprende diverse strutture dedicate a servizi compreso un fanshop, un museo, un ristorante, un hotel, uffici per la gestione del club e dello stadio, uno sport bar ed un’area dedicata alle famiglie ed ai bambini e sale conferenze, utilizzabili anche nei giorni in cui non si disputano partite;

Il nuovo stadio è concepito come un luogo attivo, in grado di attrarre visitatori 365 giorni l’anno; è prevista un’area da destinare a negozi, uffici, spazi per il tempo libero, così da costituire un’importante attrattiva per l’intera città e la sua area vasta, quale ambito idoneo a ospitare attività sportive, ricreative e per il tempo libero, con annesse attività commerciali e terziarie di supporto; Nel nuovo impianto, oltre ai servizi strettamente sportivi, è prevista la realizzazione di locali commerciali per una superficie complessiva superiore a 13.300 mq, tra cui una grande struttura di vendita di circa 4.500 mq per articoli sportivi e diverse attività commerciali, inferiori ai 2.500 mq, destinate alla vendita di elettrodomestici e Hi-Fi, abbigliamento, calzature, oltre a negozi tradizionali e attività di ristorazione;

Con deliberazione del C.C. n. 31 del 06/04/2016 è stato dichiarato il pubblico interesse della suddetta proposta, in considerazione dell’impatto positivo sull’assetto economico e sociale del territorio interessato e della conseguente riqualificazione e valorizzazione dell’intero compendio; Si è preso atto, a seguito delle risultanze della conferenza di servizi preliminare, che la variante deve essere preceduta dal riconoscimento, con deliberazione della Giunta Regionale, del preminente interesse generale e della rilevanza regionale dell’intervento; 

Il PUC prevede la conservazione delle destinazioni prioritarie esistenti. E’ ammessa la trasformazione, anche sostanziale, dell’impianto esistente per la realizzazione di un nuovo impianto per usi sportivi ed intrattenimento in genere, integrata da altre destinazioni d’uso complementari necessarie per il raggiungimento del complessivo equilibrio economico-finanziario dell’intervento, con esclusione della destinazione d’uso commerciale per alimentari, tale da determinare la valorizzazione del territorio in termini sociali, occupazionali ed economici. E’ consentita anche la realizzazione dell’impianto che dovrà ospitare le partite di calcio durante il periodo di realizzazione del nuovo stadio, fino al conseguimento della sua agibilità. Alla fine del suddetto periodo dovrà essere garantita la dimessione in pristino e la sistemazione dell’area a parcheggi e verde nel rispetto delle previsioni indicate dal “Progetto guida.

Impianto provvisorio dello stadio che verrà costruito nei parcheggi sarà a carico della Cagliari calcio si stima che per realizzarlo ci vogliano circa tra i 7.000.000/8.000.000 di euro. L’impianto nuovo dovrà essere inaugurato per il 2020”.