CAGLIARI, IL CUORE NON BASTA: ALLO STADIUM VINCE 3-1 LA JUVENTUS

03.11.2018 22:35 di Serafino Ghisu  articolo letto 785 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
CAGLIARI, IL CUORE NON BASTA: ALLO STADIUM VINCE 3-1 LA JUVENTUS

Il Cagliari, reduce da tre risultati utili consecutivi, ha incassato la sconfitta contro la Juventus allo Stadium. Non è bastata, infatti, un’ottima prova dei rossoblù per portare via punti dal covo bianconero. 3-1 il risultato finale: vantaggio lampo di Dybala, poi il pareggio di Joao Pedro, l’autorete di Bradaric, infine il gol di Cuadrado.

La cronaca. Allegri è costretto a rinunciare a Mandzukic per infortunio: al posto del croato gioca il brasiliano Douglas Costa. Tra i pali va Szczesny, in difesa ci sono Cancelo, Bonucci, Benatia e De Sciglio, a centrocampo Bentancur, Pjanic e Matuidi, davanti il tridente D.Costa-Dybala-Ronaldo. Nessuna novità nel Cagliari, con Maran che conferma l’11 visto domenica scorsa contro il Chievo: Cragno in porta, Srna, Ceppitelli, Pisacane e Padoin in difesa, Ionita, Bradaric e Barella in mezzo al campo, Castro alle spalle del tandem d’attacco Joao Pedro-Pavoletti. Sau, che oggi compie 31 anni, parte per la quarta volta consecutiva dalla panchina.

La Juventus trova il gol dopo appena quarantadue secondi: Bentancur serve in profondità Dybala, che elude la marcatura di Pisacane e Ceppitelli e scivolando calcia il pallone nell’angolino basso alla sinistra di Cragno. Al 17’ Benatia tocca il pallone con la mano destra in area: il direttore di gara, dopo aver consultato il VAR, decide di non assegnare il penalty ai sardi. Al 19’ Srna effettua un preciso traversone in area per Pavoletti, che arriva puntuale all’appuntamento col pallone ma Szczesny salva. Al 37’ i sardi pareggiano: il cross di Srna, deviato dalla difesa bianconera, arriva a Joao Pedro che con una conclusione precisa trova l'angolino basso alla destra del portiere polacco. Dura poco la gioia dei cagliaritani. Dopo due minuti, infatti, la Juventus torna in vantaggio grazie a un autogol di Bradaric che nel tentativo di mandare il pallone in calcio d’angolo, anticipa Cragno spedendo la sfera nella sua porta. Nel finale del primo tempo Ronaldo colpisce il palo alla destra di Cragno con una potente conclusione.

Al 57’ Maran cambia regista: dentro Cigarini al posto dell’ammonito Bradaric. Dopo dieci minuti il tecnico rossoblù effettua il secondo cambio: Faragò sostituisce Ionita. All’80’ Maran tenta l’ultima carta: dentro Sau, fuori Padoin. All’82’ Barella prova la conclusione dai venticinque metri, ma il pallone termina alto. All’84’ CR7 calcia a botta sicura, ma Pisacane con un intervento provvidenziale sventa la minaccia bianconera. All’86’ gli isolani mandano alle ortiche un’ottima occasione da gol con Pavoletti che calcia in porta da ottima posizione, colpendo in pieno Benatia. All’87’ i padroni di casa in contropiede siglano il gol del 3-1: Ronaldo serve in area Cuadrado che a tu per tu con Cragno non sbaglia. Il triplice fischio del signor Mariani decreta la fine del match: la Juventus batte 3-1 il Cagliari.

Il tabellino di Juventus-Cagliari 3-1:

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Benatia, De Sciglio; Bentancur, Pjanic (70' Alex Sandro), Matuidi (82' Barzagli); Douglas Costa (46' Cuadrado), Cristiano Ronaldo, Dybala. Allenatore: Allegri

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Pisacane, Padoin (80' Sau); Barella, Bradaric (56' Cigarini), Ionita (68' Faragò); Castro; Joao Pedro, Pavoletti. Allenatore: Maran

Arbitro: Mariani

Marcatori: 1' Dybala (J), 36' Joao Pedro (C), 38' aut. Bradaric (C), 87' Cuadrado (J)

Ammoniti: Bradaric (C), Pavoletti (C), Pisacane (C), Matuidi (J)