Cagliari-Parma: le pagelle

Seconda vittoria in tre partite per Pulga.
27.04.2014 17:33 di Giancarlo Cornacchia Twitter:    Vedi letture
© foto di Francesco Scopece/TuttoLegaPro.com
Cagliari-Parma: le pagelle

 

Salvezza raggiunta! A tre giornate dalla fine del campionato i rossoblù hanno tagliato il traguardo e fondamentale è stata la vittoria odierna contro il Parma, in piena corsa per l'Europa League. E' bastato un calcio di rigore realizzato da Pinilla al 35' della prima frazione. Un buon Cagliari, tanta corsa e grinta, ma anche ottima gestione della palla senza sprecarne uno. Ottimo esordio di Silvestri, determinante sul risultato con tre interventi importanti. Nella seconda frazione il Parma ha iniziato a sfron battuto chiudendo il Cagliari nella propria metà campo, ma a rovinare la partita ci ha pensato Felipe con la sua reazione sconsiderata su Rossettni. I rossoblù avrebbero potuto arrotondare il risultato se avessero sfruttato diversi contropiedi, ma in generale hanno sempre dato l'impressione di controllare l'incontro senza grossi patemi d'animo.

Silvestri 7,5. Esordio migliore non poteva sperare. Tre interventi sublimi e sicurezza trasmessa al reparto. Il Cagliari dovrebbe (condizionale d'obbligo) aver trovato il portiere del futuro.

Pisano 6,5. Buona prova fatta di corsa ed aggressività. Palladino viene letteralmente annullato dal terzino selargino che trova pure il tempo per affondare sulla destra. Dal 72' Perico s.v. Donadoni piazza subito Biabiany nella sua zona, ma l'attaccante parmense ha già speso molte energie. Per il resto contiene senza mai affondare.

Rossettini 7. Ottima prova di fronte a gente dle calibro di Cassano. Non sbaglia un colpo. Da applausi un suo intervento su Biabiany che rischiava di presentarsi davanti a Silvestri.

Astori 7. Padrone assoluto della sua area. Così come il compagno di reparto concede ben poca roba agli avversari. Dove non arrivano loro arriva Silvestri.

Avelar 6. Teme Biabiany, tant'è vero che, specie nel primo tempo, limita le sue sortite offensive. Svolge il suo compito in maniera diligente ed ordinata.

Dessena 6,5. Da ex sente l'incontro. Si procura il rigore decisivo ed ingaggia con Parolo un gran bel duello. Tantissimi i chilometri macinati ed i palloni recuperati.

Conti 6,5. Il pubblico inneggia anche a lui. Le sue geometrie sono preziose come il pane. Controlla Cassano in prima battuta tentando di disorientare la punta ducale. Sublime un lancio di 50 metri per Sau. Ha ancora voglia di dire la sua.

Eriksson 6. Ha il limite della lentezza, ma in compenso non molla di un centimetro. Duello da duri contro Acquah che spesso riesce ad avere la meglio. Qualche errore in fase di passaggio, ma in generale dimostra buona personalità.

Ibraimi 6. Sufficienza molto stretta. Schierato ancora da trequartista, contiene bene Gargano, ma in fase offensiva sbaglia parecchio, nonostante la buona volontà.

Pinilla 6. Potremo definirlo "penalty-man". Su sette goal realizzati quest'anno ben sei dal dischetto. Per il resto prestazione di sacrificio e dinamismo con la solita dose di calcioni presi. Da censura un intervento su Molinaro che avrebbe potuto costargli il cartellino rosso. Dal 91' Loi s.v. Si presenta con un taglio di capelli sgargiante. Cossu potrebbe lanciarlo a rete, ma preferisce temporeggiare. Avrà la sua chance.

Sau 6,5. COnferma il suo buon momento di forma. Nonostante la prestanza fisica di Lucarelli, riesce sempre a pungerlo e a superarlo. Diverse situazioni interessanti che non vengono concretizzate per poco.  Dal 79' Cossu s.v.Ovazione del pubblico al suo ingresso. Essenziale nel suo compito per cercare di smorzare la pressione ducale.

All.Pulga 7. Sette punti in tre gare e salvezza in cassaforte. Soprattutto è da applausi il modo in cui gestisce la partita e i cambi. La squadra è tranquilla sotto la sua guida ed esegue le sue direttive in maniera egregia.