Cagliari, regalati una notte da sogno: blocca la furia-Juventus

 di Pietro Piga  articolo letto 2809 volte
Cagliari, regalati una notte da sogno: blocca la furia-Juventus

Il Cagliari vuole ripartire, facendo lo sgambetto alla prima della classe e regalando una notte da sogno ai propri tifosi. La Juventus, per la terza volta in una settimana, scende in campo e non ha intenzione di fermarsi, rispondendo alla vittoria del Napoli e, se ce ne fosse bisogno, anche alla Roma, impegnata all’ora di pranzo a Crotone. In un Sant’Elia vestito per una serata di gala (sold out numero due della stagione), che pochi minuti prima del fischio d’inizio potrà ammirare la consegna del “Collare d’Oro” a Gigi Riva da parte di Giovanni Malagò, dirigerà l’incontro Gianpaolo Calvarese della sezione di Teramo.

QUI CAGLIARI. Il puzzle rossoblu, col passare delle settimane, si stanno ricomponendo. Infatti, Massimo Rastelli ha deciso di convocare Borriello, Ibarbo e Padoin, che hanno smaltito – chi più chi meno – le avvisaglie fisiche, che però non dovrebbero essere mandati in campo dal primo minuto. Non ci saranno, invece, Ceppitelli e Joao Pedro, entrambi squalificati, Farias, Faragò e Melchiorri, tutti e tre infortunati. Dopo il 4-5-1 da trasferta contro l’Atalanta, dovrebbe essere riproposto il 4-2-3-1, modulo già visto col Bologna e «specchio» di quello della Juventus. Dietro, con tutta probabilità, verrà impiegato Salamon al fianco di Bruno Alves, mentre sulla sinistra Capuano dovrebbe essere confermato. In mediana, si giocano una maglia Dessena e Ionita, ma il macedone sembrerebbe in vantaggio. Sulla trequarti si muoveranno, da destra a sinistra, Isla, Di Gennaro e Barella. Sarà Sau, invece, l’unico riferimento offensivo.

QUI JUVENTUS. Nessun grattacapo per Massimiliano Allegri, che non potrà contare solo su Barzagli, alle prese con «un trauma distorsivo di lieve entità alla regione posteriore della coscia destra», come reso pubblico dalla società. Con l’impegno di Crotone distante quattro giorni, l’allenatore della Juventus schiererà, col consueto 4-2-3-1 e dopo una partita di riposo, Alex Sandro, Chiellini, Cuadrado, Lichsteiner e Pjanic. Quattro i ballottaggi in corso: in difesa, Bonucci sembra favorito su Benatia; a centrocampo, nel ruolo di secondo playmaker al fianco di Pjanic, si giocano un posto Rincon, Marchisio e Sturaro, ma quest’ultimi due sono in svantaggio sul venezuelano; e poi Pjaca, nel tridente alle spalle di Higuain, prova a insidiare Mandzukic.

LE PROBABILI FORMAZIONI

CAGLIARI (4-2-3-1): Rafael; Pisacane, Salamon, Bruno Alves, Capuano; Tachtsidis, Ionita; Isla, Di Gennaro, Barella; Sau. A disposizione: Colombo, Crosta, Gabriel, Miangue, Murru, Deiola, Dessena, Padoin, Borriello, Ibarbo. Allenatore: Massimo Rastelli.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichsteiner, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Rincon; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Benatia, Khedira, Lemina, Pjaca, Asamoah, Dani Alves, Rugani, Sturaro, Marchisio. Allenatore: Massimiliano Allegri.

ARBITRO: Calvarese di Teramo.