Cagliari "ribaltato" nel recupero: la Lazio vince 2-1 alla Sardegna Arena

Cagliari in vantaggio con Simeone in avvio di partita, la Lazio rimonta nel recupero con Luis Alberto e Caicedo
16.12.2019 22:59 di Luca Pes   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Cagliari "ribaltato" nel recupero: la Lazio vince 2-1 alla Sardegna Arena

Clamoroso alla Sardegna Arena: in vantaggio fino al 93° grazie al gol di Simeone, il Cagliari si fa rimontare in pieno extra-time dai gol di Luis Alberto e Caicedo. I sardi rimangono al quinto posto a quota 29 punti in classifica, un gradino sopra l'Atalanta. Nel prossimo turno, sabato 21 dicembre (ore 15), gli uomini di Maran saranno di scena a Udine.

LA CRONACA

C'È IONITA - Sfida d'alta classifica alla Sardegna Arena tra Cagliari e Lazio. Maran conferma Klavan al centro della difesa al posto di Ceppitelli infortunato, sul versante sinistro c'è Lykogiannis e non Pellegrini. In mediana ancora fiducia a Nandez e Cigarini, Ionita sostituisce lo squalificato Rog. Tutto invariato dalla trequarti in su: Nainggolan, Joao Pedro e Simeone offrono ampie garanzie.
Nella Lazio Acerbi è il pilastro difensivo, Lucas Leiva è in cabina di regia affiancato da Milinkovic-Savic e Luis Alberto. In avanti, Correa supporta il capocannoniere della Serie A Ciro Immobile.
Prima del calcio d'inizio, il portiere rossoblù Alessio Cragno ha ricevuto il "Premio Pulici" come miglior portiere della Serie A 2018-19. A consegnare il riconoscimento è stata una delegazione della "Scopigno Cup" e la famiglia di Felice Pulici, portiere Campione d'Italia con la Lazio nel 1974, scomparso un anno fa.

CAGLIARI AVANTI - Prima proiezione offensiva della Lazio al 2° minuto, la conclusione di Immobile è debole. Il Cagliari sblocca la partita all'8° con Giovanni Simeone che servito da Joao Pedro dalla corsia sinistra infila Strakosha con un mancino potentissimo. Gli uomini di Maran si portano in avanti sulle ali dell'entusiasmo, all'11° il Ninja lascia partire una conclusione da fuori area che si perde a lato. Gran ritmo da parte delle due compagini nella fase centrale del tempo. La Lazio fa un gran possesso palla, i rossoblù si oppongono con una difesa molto bassa e impediscono ai biancocelesti di avvicinarsi a Rafael. Al 31° Lulic è costretto al tiro dalla distanza, la palla termina altissima. Al 45° il Cagliari sfiora il raddoppio con Nainggolan che si lancia verso la porta avversaria, conclude ma trova la deviazione di Strakosha. Sugli sviluppi del calcio d'angolo, colpo di testa di Joao Pedro deviato ancora dall'estremo difensore laziale. Il Cagliari insiste ma sul secondo corner consecutivo la spizzata di Joao Pedro non trova la deviazione sottoporta di Simeone.

RIMONTA LAZIO - La Lazio parte in attacco alla caccia del pari e si rende pericolosa al 50° con l'accoppiata Correa-Immobile. Un minuto più tardi Joao Pedro conclude dal limite dell'area, la sfera termina di poco a lato. Biancocelesti vicino al pari al 59°: sugli sviluppi di un corner Lucas Leiva di testa sfiora il palo. Al 63° conclusione dal limite di Immobile, Rafael è attento. Il Cagliari fatica a trovare campo, quella del secondo tempo è una Lazio più determinata e intraprendente. Al 70° i rossoblù trovano l'opportunità per rendersi pericolosi con un calcio di punizione dal limite, Lykogiannis non trova lo specchio della porta. Al minuto 72 grande occasione per Simeone che si ritrova a tu per tu con Strakosha ma di sinistro spedisce la palla in curva. La Lazio non ci sta e ribalta il fronte, al 75° un tiro-cross velenoso di Lazzari sfiora l'incrocio dei pali. Col passare dei minuti la partita cresce d'intensità, al 77° è Joao Pedro a non concretizzare l'azione del raddoppio allungandosi troppo il pallone davanti alla porta avversaria. A sei minuti dal termine è ancora Lazio: Lazzari vola sulla fascia destra e serve Immobile al centro dell'area, la schiacciata di testa del numero 17 laziale termina a lato. A tre minuti dal termine il Cagliari sciupa un'incredibile occasione per chiudere il match con Faragò che si invola verso la porta ma al momento di calciare a rete scivola davanti all'estremo difensore laziale. Finale di partita infuocato, il calore della Sardegna Arena supporta gli undici rossoblù. L'arbitro assegna sette minuti di recupero, grande sofferenza in campo e sugli spalti. L'extra-time si rivela incredibile. La Lazio trova il pari al 93° con Luis Alberto che servito da Acerbi trafigge Rafael dal limite dell'area. In pieno recupero ancora biancocelesti vicini al gol con una deviazione fortuita che non sorprende Rafael. All'8° minuto di recupero accade quello che fino a cinque minuti prima sembrava impossibile:  cross di Jony dalla corsia sinistra, Caicedo sovrasta Pisacane e con uno stacco aereo mette in rete per l'1-2 finale. Un finale amaro che vanifica una buona prestazione del Cagliari. 

Il tabellino di Cagliari-Lazio 1-2

CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Nandez, Cigarini (80° Oliva), Ionita (83° Faragò); Nainggolan (94° Deiola); Joao Pedro, Simeone
A disposizione: Aresti, Ciocci, Mattiello, Pellegrini, Pinna, Walukiewicz, Cerri, Ragatzu
Allenatore: Maran

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu (80° Caicedo); Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva (64° Cataldi), Luis Alberto, Lulic (56°Jony); Correa; Immobile
A disposizione: Guerrieri, Proto, Bastos, Marusic, Patric, André Anderson, Berisha, Parolo, Adekanye
Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Maresca di Napoli
Assistenti: Longo-Di Vuolo
Quarto ufficiale: Abisso
VAR: Pairetto
AVAR: Ranghetti

MARCATORI: 8° Simeone (C), 90°+3' Luis Alberto (L), 90°+8' Caicedo (L)

Ammoniti: Luis Alberto (L), Nandez (C), Klavan (C), Ionita (C), Pisacane (C), Cataldi (L)

Corner: 2-9

Recupero: 1'-7'

Spettatori: 16.299         Incasso: 213.284€