Dall’arrivo di Castan al ritorno di Han: il mercato invernale del Cagliari

01.02.2018 11:06 di Serafino Ghisu  articolo letto 3022 volte
Dall’arrivo di Castan al ritorno di Han: il mercato invernale del Cagliari

Quattro acquisti (Castan, Lykogiannis, Ceter e Caligara) e un giocatore rientrato dal prestito (Han). Questo è stato il mercato invernale, in entrata, del Cagliari. Per quanto concerne le uscite, hanno salutato Melchiorri e Capuano. Miangue e Van der Wiel? Sono rimasti, ma l’olandese, che in questo momento si trova in Canada, potrebbe ancora rescindere il contratto e accasarsi al Toronto. (Ore 17:00, è ufficiale il passaggio di Van der Wiel al Toronto: clicca QUI per saperne di più).

Non si sono mossi da Cagliari Giannetti e Farias. Il contratto della punta senese, nonostante l’accordo trovato con la Virtus Entella e il calciatore, non è stato depositato in tempo. Discorso analogo per il brasiliano: la trattativa per portarlo al Sassuolo non si è conclusa entro le 23 di ieri, con i neroverdi che avrebbero offerto 8 milioni di euro (più 2 di bonus) per Farias.

Qualche lacuna doveva essere colmata, invece non sono arrivati il tanto atteso esterno destro e la mezz’ala. E’ saltato anche il trasferimento al Cagliari di Isaac Cofie, rimasto al Genoa. E la casella del “vice Cigarini” è rimasta vuota, escludendo l’arrivo del giovanissimo Caligara che, prima di entrare in pianta stabile in prima squadra, potrebbe verosimilmente rinforzare la Primavera di Max Canzi.

In attacco Lopez avrà l’imbarazzo della scelta, con 7 giocatori (Joao Pedro, Farias, Sau, Pavoletti, Ceter, Han, Giannetti) per due posti. Anche in difesa i rossoblù sono numericamente completi con Ceppitelli, Castan, Pisacane, Andreolli e Romagna a contendersi tre posti. Il problema, invece, è a centrocampo dove gli uomini sono contati. E le riserve non si sono dimostrate sempre all’altezza dei titolari.

E’ stato un mercato, quello del Cagliari, senza il colpo finale. Forse perché il vero colpo è stato trattenere i gioielli Barella e Han, ambiti non solo in Italia. Giulini e Rossi hanno deciso di puntare su alcune scommesse (Lykogiannis e Ceter), che si spera possano diventare presto certezze della squadra rossoblù.