Il Cagliari cade a Udine: settimana maledetta in casa rossoblù

L’Udinese chiude in vantaggio il primo tempo grazie al gol di De Paul. Nel finale di partita il pareggio di Joao Pedro e il gol-vittoria di Fofana
21.12.2019 17:30 di Luca Pes   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Il Cagliari cade a Udine: settimana maledetta in casa rossoblù

2-1 per l'Udinese alla "Dacia Arena" e seconda battuta d’arresto nel giro di sei giorni per il Cagliari. Dopo la striscia positiva di tredici risultati utili consecutivi, si interrompe anche l'imbattibilità in trasferta. Il Cagliari in questo campionato non aveva mai perso lontano dalle mura amiche. In attesa delle altre partite del diciassettesimo turno, i rossoblù rimangono al quinto posto in classifica con 29 punti. Alla ripresa del campionato, nel giorno dell'Epifania, ci sarà Juventus-Cagliari.

LA CRONACA

CONFERMA LYKO – Dimenticare la Lazio. Questo l’imperativo per il Cagliari che conta ben otto assenti e si affida al consueto 4-3-1-2. Olsen sconta l’ultima giornata di squalifica, al suo posto confermato Rafael. Novità sulla corsia destra dove c’è Faragò, sulla sinistra confermato Lykogiannis. A centrocampo il rientrante Rog gioca da interno destro accanto a Cigarini e Ionita. Il terzetto offensivo Nainggolan-Joao Pedro-Simeone non si tocca.
Nell’Udinese manca solo Samir. Di fronte a Musso, al centro della difesa, c’è Troost-Ekong. Fofana, Mandragora e De Paul costituiscono il cuore del centrocampo, in avanti Okaka e Lasagna.

UDINESE AVANTI – Partita decisamente avara di emozioni nella prima fase di gioco. Nei primi venti minuti si registrano solo due conclusioni oltre la traversa di Lykogiannis e Lasagna e un tentativo con l’esterno da parte di Nainggolan che termina di poco a lato. Al 24° percussione di Rog che entra in area, si accentra e spara alto. Passano pochi secondi e Nainggolan di sinistro, centra il palo. Dopo una fase giocata a basso ritmo da parte di entrambe le squadre, l’Udinese passa in vantaggio. L’azione si sviluppa con una triangolazione tra Fofana e De Paul che dall’interno dell’area lascia partire un destro a giro sul  secondo palo che finisce alle spalle di Rafael. Si va al riposo sull'1-0 per i bianconeri.

FINALE VIVACE – Il primo squillo del secondo tempo arriva al 58° quando, servito da Lasagna, Mandragora col mancino conclude di poco a lato. Maran al 60° aggiunge centimetri all’attacco rossoblù inserendo Cerri al posto di uno spento Simeone. Al 65° grande occasione per il Cagliari con  Joao Pedro che trova Musso attento e non riesce a spedire il pallone in rete dopo il cross di Ionita e il mancato aggancio di testa di Cerri. L’Udinese è decisamente più pimpante e al 76° fallisce una buona occasione con Fofana che si fa respingere la conclusione dalla difesa avversaria. Poco prima dell’80° il Cagliari ha due buone occasioni per pareggiare. Prima Cerri entra in area dalla destra, si accentra e calcia verso il secondo palo, trovando una deviazione fortuita di Joao Pedro che manda il pallone sul fondo. Un minuto dopo il numero 9 del Cagliari serve ancora Joao Pedro in area che da pochi passi spedisce il pallone in curva. Gli ultimi dieci minuti si rivelano densi di emozioni. All’84° Faragò serve un cross teso al centro e Joao Pedro è lesto a calciare al volo trovando il gol del pareggio. La gioia del Cagliari dura davvero poco: sul ribaltamento di fronte azione insistita da parte di Okaka, il suo cross rimbalza sulla schiena di Pisacane e si impenna, trasformandosi in un assist al bacio per Fofana che da pochi metri infila Rafael per il nuovo vantaggio friulano. L’arbitro assegna sei minuti di recupero, diventati sette dopo un’interruzione del gioco, ma nell’extra-time non accade niente di significativo. Una settimana deludente in casa Cagliari, che nelle ultime due uscite ha raccolto zero punti. 

Il tabellino di Udinese-Cagliari 2-1

UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Troost-Ekong, Nuytinck; Larsen, Fofana, Mandragora, De Paul (70° Jajalo), Sema (66° Ter Avest); Okaka, Lasagna (79° Pussetto)
A disposizione: Nicolas, Perisan, Sierralta, Becao, Walace, Opoku, Barak, Nestorovski, Teodorczyk
Allenatore: Gotti

CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael; Faragò, Pisacane, Klavan, Lykogiannis (46° Pellegrini); Rog (81° Ragatzu), Cigarini, Ionita; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone (66° Cerri)
A disposizione: Aresti, Ciocci, Mattiello, Pinna, Walukiewicz, Deiola
Allenatore: Maran

ARBITRO: Piccinini di Forlì
Assistenti: Galetto-Prenna
Quarto ufficiale: Serra
VAR: Nasca
AVAR: Di Vuolo

MARCATORI: 39° De Paul (U), 84° Joao Pedro (C), 85° Fofana (U)

Ammoniti: Pisacane (C), Rog (C), Mandragora (U), De Maio (U), Okaka (U), Klavan (C)
Espulso: Pisacane (C)

Corner: 2-1

Recupero: 1′-6′