IL CAGLIARI CADE ALLA DACIA ARENA: VINCE L’UDINESE CON I GOL DI PUSSETTO E BEHRAMI

29.12.2018 17:05 di Serafino Ghisu   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
IL CAGLIARI CADE ALLA DACIA ARENA: VINCE L’UDINESE CON I GOL DI PUSSETTO E BEHRAMI

L’Udinese vince in scioltezza contro il Cagliari alla "Dacia Arena" e vola a quota 18 punti in classifica. I bianconeri segnano nel primo tempo con Pussetto, nella ripresa con Behrami. Inutile, ai fini del risultato, il rigore che al 59' Cragno para a Lasagna. I rossoblù, quest’oggi mai in partita, chiudono il girone d’andata con 20 punti.

La cronaca. Nicola schiera i suoi col 3-5-2: Musso va tra i pali, in difesa ci sono Opoku, Ekong e Nuytinck, centrocampo folto con Larsen, Fofana, Behrami, Mandragora e D’Alessandro, mentre il tandem d’attacco è composto da Pussetto e Lasagna. Maran, che ritrova Joao Pedro ma deve rinunciare a Pavoletti, risponde col 4-3-1-2: Cragno in porta, Srna, Ceppitelli, Romagna e Pisacane giocano in difesa, Ionita, Bradaric e Barella in mezzo al campo, mentre Joao Pedro agisce alle spalle di Farias e Cerri.

I friulani provano la conclusione dalla distanza al 2’ con Lasagna, al 4’ con Fofana senza trovare lo specchio della porta. Al 16’ Larsen calcia da posizione defilata, ma Cragno smanaccia la sfera. Al 27’ Srna, sugli sviluppi di un calcio di punizione da destra, pesca in area Cerri, che colpisce il pallone di testa ma Musso è attento e devia in corner. Al 39’ l’Udinese passa in vantaggio con Pussetto: lancio lunghissimo di Larsen verso l’argentino, che controlla il pallone di petto e calcia col mancino nell’angolino basso alla sinistra di Cragno. Al 41’ Fofana prova un altro tiro dal limite dell'area, che termina fuori di molto. Due minuti dopo i sardi effettuano una fantastica triangolazione tra Bradaric e Joao Pedro, con quest'ultimo che, a tu per tu con Musso, calcia a giro fuori.

Al 50’ il signor Mariani estrae il cartellino rosso per un fallo, assai discutibile, di Ceppitelli ai danni di Pussetto, lanciato a rete. Sette minuti dopo i padroni di casa segnano il gol del 2-0 con Behrami: Pussetto, spalle alle porta, scarica dietro per lo svizzero, che calcia nell’angolino basso alla destra di Cragno. Al 59’ l’arbitro assegna il penalty all’Udinese per un fallo in area di Barella su Lasagna. Dagli undici metri si presenta l’ex Carpi che calcia alla sinistra di Cragno: il portiere intuisce, si tuffa e respinge la sfera. Maran effettua quindi due cambi: al 62’ entra Pajac al posto di Ionita e al 65’ Sau prende il posto di Farias. Al 75’ c’è spazio anche per Faragò che prende il posto dello stremato Srna. Al 78’ il direttore di gara manda sotto la doccia Mandragora per un violento colpo ai danni di Cerri. Dieci minuti dopo proprio Cerri tira la maglia di Larsen all’interno dell’area di rigore rossoblù: l’arbitro, dopo aver consultato il VAR, decide di non assegnare il calcio di rigore ai friulani. Al 95’ Fofana prova il tiro di destro dalla distanza, ma Cragno si tuffa e respinge l’insidiosa conclusione. Il triplice fischio del signor Mariani decreta la fine del match: l’Udinese batte 2-0 il Cagliari.

Il tabellino di Udinese-Cagliari 2-0:

UDINESE (3-5-2): Musso; Opoku, Troost-Ekong, Nuytinck; Larsen (dal 90' Pezzella), Fofana, Behrami, Mandragora, D'Alessandro; Pussetto (dal 79' Balic), Lasagna. Allenatore: Nicola

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna (dal 75' Faragò), Ceppitelli, Romagna, Pisacane; Ionita (dal 62' Pajac), Bradaric, Barella; Joao Pedro; Farias (dal 65' Sau), Cerri. Allenatore: Maran

Marcatori: 39' Pussetto, 57' Behrami

Arbitro: Mariani di Aprilia

Ammoniti: 26' Nuytinck, 45' Farias (C), 45' Larsen (U), 67' Pussetto (U), 85' Bradaric (C)

Espulsi: 50' Ceppitelli (C), 78' Mandragora (U)