LAZIO DEVASTANTE, CAGLIARI IN GINOCCHIO: ALL’OLIMPICO FINISCE 3-1

22.12.2018 14:47 di Serafino Ghisu  articolo letto 563 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport
LAZIO DEVASTANTE, CAGLIARI IN GINOCCHIO: ALL’OLIMPICO FINISCE 3-1

La Lazio ritrova la vittoria dopo cinque giornate, il Cagliari incappa nella seconda sconfitta consecutiva. Milinkovic Savic timbra per primo il cartellino dei marcatori, poi Acerbi e Lulic gli fanno compagnia. Inutile il gol su rigore di Joao Pedro nel finale di gara. I rossoblù affronteranno mercoledì 26 dicembre il Genoa alla Sardegna Arena. Uno scontro salvezza da non sbagliare.

La cronaca. Maran schiera i suoi col consueto 4-3-1-2: in porta c’è Cragno, in difesa giocano Pisacane, Klavan, Romagna e Padoin, in mezzo al campo Faragò, Bradaric e Ionita, sulla trequarti agisce Barella, in attacco spazio al tandem Joao Pedro-Cerri. Inzaghi risponde col 3-4-2-1: tra i pali va Strakosha, in difesa ci sono Luiz Felipe, Acerbi e Radu, a centrocampo Marusic, Parolo, Milinkovic e Lulic, mentre Correa e Luis Alberto si muovono alle spalle di Immobile.

Al 2’ Pisacane si fa anticipare da Lulic, che si accentra e calcia fuori dallo specchio della porta. All’11’ Cerri prova il tiro dalla distanza, ma Strakosha blocca la sfera. Un minuto dopo i padroni di casa trovano il gol dell’1-0. Correa entra in area da destra, prova a calciare verso il secondo palo, Cragno devia male e Milinkovic insacca di prima intenzione. Al 15’ Correa si rende pericoloso sempre da destra: sul suo tiro Cragno risponde “presente” in due tempi. Al 19’ prova a rendersi insidioso il Cagliari: cross da destra di Faragò per Ionita che in spaccata manda il pallone alto. Passano sessanta secondi e Immobile colpisce la traversa con una gran conclusione di destro. Al 23’ la Lazio raddoppia: dagli sviluppi di un calcio d’angolo da destra Milinkovic fa da torre per Acerbi che colpisce il pallone a due passi dalla linea di porta ma Cragno ci arriva, sulla respinta del portiere rossoblù Acerbi gonfia la rete. Al 42’ Cerri da posizione centrale si gira e calcia verso il secondo palo, col pallone che esce di pochissimo. Al 45’ Faragò conclude da posizione defilata, ma Strakosha devia in corner.

All’inizio della ripresa Maran manda in campo Farias e Pajac al posto di Cerri e Klavan. Al 52’ Correa riceve il pallone al limite dell’area e calcia verso la porta: Cragno ci arriva col piede destro. Al 54’ prova a rendersi pericoloso Faragò, ma Strakosha imita Cragno e devia il pallone col piede in corner. Al 67’ la Lazio segna il terzo gol, che chiude virtualmente i giochi: contropiede micidiale dei biancocelesti con Immobile che serve Lulic, che a tu per tu con Cragno manda il pallone in rete. Al 72’ il tecnico rossoblù opta per l’ultima sostituzione: dentro Dessena al posto di Barella. Proprio il parmense all’81’ perde un pallone in zona d’attacco: la Lazio parte ancora una volta in contropiede con Immobile, ma il suo diagonale finisce fuori. All’86’ Strakosha nega la gioia del gol a Dessena con un grande intervento. Al 93’ l’arbitro, dopo aver consultato il VAR, assegna un rigore ai sardi per una gomitata di Bastos in area ai danni di Joao Pedro. Dagli undici metri si presenta proprio il brasiliano, che non sbaglia. Rigore trasformato, ma non c’è più tempo per cambiare il match: Lazio-Cagliari termina 3-1.

Il tabellino di Lazio-Cagliari 3-1:

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha; Luis Felipe, Acerbi, Radu (80' Bastos); Marusic, Milinkovic (69' Lucas Leiva), Parolo, Lulic; Correa, Luis Alberto (76' Lukaku); Immobile. Allenatore: Inzaghi

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Pisacane, Klavan (46' Pajac), Romagna, Padoin; Faragò, Bradaric, Ionita; Barella (72' Dessena); Joao Pedro, Cerri (46' Farias). Allenatore: Maran

Marcatori: 12' Milinkovic Savic, 23' Acerbi, 67' Lulic, 93' rig. Joao Pedro

Arbitro: Manganiello