Lopez: "A Genova per dimenticare la sconfitta contro il Napoli. In campo Ceppitelli, Barella e Han'"

03.03.2018 12:23 di Federico Paparusso  articolo letto 1252 volte
Fonte: Dall'inviato ad Assemini, Federico Paparusso
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lopez: "A Genova per dimenticare la sconfitta contro il Napoli. In campo Ceppitelli, Barella e Han'"

Subito in campo. Dopo nemmeno una settimana dal match contro il Napoli, il Cagliari è pronto ad affrontare la trasferta di Marassi contro il Genoa, prevista domani mattina nel lunch match della 27a. giornata del campionato di Serie A. Come di consueto, il tecnico rossoblù, Diego Lopez, ha presentato la sfida contro la squadra dell'ex Ballardini, in conferenza stampa dal centro sportivo di Assemini: "Come si dimentica la debacle contro il Napoli? Sicuramente un risultato pesante, è brutto perdere 0-5 in casa. In settimana abbiamo cercato di dimenticare la partita, lavorando duramente per cercare di evitare di rifare gli stessi errori. Nel primo tempo il secondo gol si poteva evitare, se rivediamo tutte le reti la colpa è stata nostra per aver perso il pallone. Per il resto nella prima frazione si è giocato abbastanza bene. 

Il ritiro? Giusto così, sono gare fondamentali, bisogna essere concentrati per non sbagliarle". 

Avversario di giornata, il Genoa dell'ex Ballardini: "Una squadra compatta, con un allenatore che tutti conosciamo. Mi aspetto concentrazione e determinazione che ho visto contro la Spal. Occhio a Pandev, un giocatore ritrovato che sta facendo bene e che rappresenta un punto di riferimento per i rossoblù. Bisogna fare attenzione alla fasce laterali, in cui possono fare davvero male".

Giocare sapendo già il risultato della Spal? Non si può scendere in campo pensando alle altre gare, noi dobbiamo solo pensare al campo, poi è normale che si dà anche un occhio alla lotta salvezza. 

Han? Sta crescendo, lo ha dimostrato. Si è visto nel finale a Verona, lunedì si è confermato tirando fuori tutte le sue doti contro un avversario non semplice". 

Non può mancare il giochino dei tre nomi: "Ceppitelli, Barella e Han".

Joao Pedro sottotono? E' un giocatore importante per la squadra, bisogna aiutarlo per tornare al meglio. Non è semplice restare quattro partite fuori e poi essere nuovamente al massimo.

Ballardini? Ci siamo incontrati a diversi corsi, abbiamo mantenuto i rapporti. Le sue formazioni giocano bene".

Un commento sulla situazione dell'infermeria: "Non ci sarà Farias, mentre Pisacane si è allenato col gruppo quindi è pronto a tornare tra i convocati".

"Cosa serve in questo scorcio finale di stagione? Bisogna lottare, essere più uniti, fare gruppo e non mollare mai", conclude Lopez.