Lopez: "Rispetto per l'Inter ma vogliamo fare la nostra partita"

 di Federico Paparusso  articolo letto 1446 volte
Fonte: Dall'inviato ad Assemini, Federico Paparusso
© foto di Insidefoto/Image Sport
Lopez: "Rispetto per l'Inter ma vogliamo fare la nostra partita"

Vigilia di campionato. Domani sera il Cagliari affronta l'inter alla Sardegna Arena nel secondo anticipo della 15esima giornata del campionato di Serie A. Come ogni settimana il mister rossoblù Diego Lopez ha presentato in conferenza stampa, dal quartier generale di Assemini la sfida contro i nerazzurri: "Nervi distesi? No, questo è un qualcosa che non va fatto. Non ci dobbiamo sentire appagati e non ci possiamo rilassare. Bisogna essere consapevoli che il nostro obiettivo è la salvezza, con la coda dell'occhio c'è da guardare anche la classifica, pensando a noi stessi. Per quanto riguarda l'infermeria non ci saranno Sau e Deiola. Cragno è invece tra convocati. Ballottaggio con Rafael? In questo momento no, non è al 100%".

Che Cagliari sarà domani? E' importante fare quanto si è visto contro Lazio, quindi essere propositivi. A prescindere dall'avversario vogliamo fare la nostra partita, giocare sempre la palla ed essere determinati, aggressivi. La velocità di gioco farà la differenza".  

Prosegue il giochino dei tre titolari: "Rafael, Ionita e Joao Pedro". 

In avanti con giocatori piccoli e veloci? Anche contro la Lazio abbiamo giocato in questa maniera contro una difesa possente e penso si possa fare anche domani. Barella? Può solo migliorare".

Non può mancare uno sguardo verso l'Inter: "Affrontiamo una grande squadra che lotterà fino alla fine per lo scudetto, con grandi individualità e con un'ottima organizzazione. E' una squadra che sa quello che vuole, possono trovare la giocata in qualsiasi momento. Noi li rispettiamo ma cercheremo di fare la nostra partita. Pericolosi sui colpi di testa? Dovremo fare molta attenzione. Sulle linee non si deve lasciare spazi. Icardi? Dentro l'area secondo me è il migliore. Per come vedo il calcio è "un'animale" d'area. Non ci possiamo distrarre mai un attimo".