Maran: "Arrabbiati per il pari col Toro: è un ottimo segno"

29.10.2019 14:46 di Redazione Cagliari   Vedi letture
Fonte: CagliariCalcio.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Maran: "Arrabbiati per il pari col Toro: è un ottimo segno"

Tra i 25 convocati per la gara di domani contro il Bologna non c’è Luca Ceppitelli, tenuto ai box a per via di una fascite plantare. Il match di Torino ha lasciato un mix di soddisfazione e rabbia nei rossoblù, come afferma il tecnico Rolando Maran: “Dispiace non aver vinto, però aver affrontato la partita in quel modo ha aumentato convinzione e autostima. Non ho detto molto ai ragazzi a caldo, ma ho cercato di trasmettere l'idea che quella era la strada giusta. Vederli così arrabbiati per non aver ottenuto la vittoria è un buon segno: la nostra mentalità deve essere questa, dall'inizio alla fine.

Sul consumo delle energie
“Abbiamo speso molto a Torino, ma come in tutte le partite d’altronde. Siamo ben allenati, quindi al di là delle scelte che farò, la squadra non risentirà della fatica. Turn-over? Abbiamo utilizzato sinora ben 24 giocatori, più di tutte le altre formazioni di Serie A. Cerco di concedere minutaggio a tutti gli effettivi”.

Sul Bologna
“Domani ci troveremo contro un avversario scomodo, che aggredisce alto e pressa in tutte le zone del campo. Una squadra che ha qualità di giocate e di gioco. Una partita difficile, da affrontare con la consapevolezza di poter dire la nostra”.

Su Mihajlovic
“Sinisa è un combattente nato, ha affrontato dal primo giorno la malattia senza indietreggiare di un centimetro, con grande temperamento: questa è la sua forza, che lo porterà a vincere la sua partita. Al di là di ciò, guardando al lavoro sul campo, lo scorso anno ha fatto un percorso straordinario con la sua squadra, dimostrando tutte le sue capacità: si merita la Panchina d’oro”.

Sulla crescita della squadra
“Dovevamo imparare ad essere squadra, c'è voluto un po' di tempo. Grazie al grande lavoro dei ragazzi, siamo migliorati, vedo ancora margini di crescita. C'è molta partecipazione, tutti danno l'anima per il bene del Cagliari”.

Sui numeri favorevoli
“Siamo la miglior difesa della Serie A, i numeri ora ci danno ragione ma dobbiamo essere bravi a tenere un rendimento costante per migliorarli”.

Sul sostegno del pubblico
“Sarà importante avere ancora una volta la spinta di un intero stadio e di un'intera ragione per affrontare insieme qualsiasi tipo di difficoltà. Speriamo che anche domani sia una festa, vogliamo rendere orgogliosi i nostri tifosi”.