Maran: “Domani mi aspetto una grande prova. Occhio al Genoa”

08.02.2020 12:58 di Redazione Cagliari   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Maran: “Domani mi aspetto una grande prova. Occhio al Genoa”

Conferenza stampa di presentazione per il tecnico Rolando Maran in vista del match di domani contro il Genoa. Si parte della situazione infortunati: "Rog, Ceppitelli, Cigarini e Pavoletti non sono convocati.  Non dobbiamo guardare agli altri, dobbiamo concentrarci su questa partita sapendo che è una corsa difficile, sapendo che passa per i nostri risultati. Non siamo tornati alla vittoria ma alle prestazioni che dei nostri livelli. 
Gli stessi punti del girone di andata: "Onestamente andando a rivedere i numeri delle palle gol create è nettamente a favore nostro, questo ci deve confermare che abbiamo intrapreso la strada giusta. Poi quello che riusciamo va portato in campo".

Difesa a 3? Molte volte abbiamo giocato con questo modulo, altrettanto con la difesa a 4. Noi prepariamo la gara in modo da poter farci trovare pronti. 
Pereiro dal 1'? Il suo inserimento deve essere graduale, si sta allenando con noi da poco. Quello che poco dire che il giocatore va testato. Fino ad ora ha giocato poco, gli darò spazio il prima possibile. 
 

Cragno? Ha dimostrato di stare bene, per cui Alessio ha tutta le carte per giocarci le chance per arrivare all'Europa. Paloschi? Alberto è un giocatore che ha sempre trovato la rete con facilità, almeno nei campionati che ha fatto me. Ci sta che possa giocare insieme a Simeone. 
 

Cosa temo del Genoa? Li troviamo probabilmente nel miglior momento di entusiasmo anche per i tanti giocatori che hanno cambiato. Mi aspetto una squadra che avrà l'esuberanza nell'affrontarci. 
 

Due mesi senza vittoria? Sta pensando in maniera evidente, perché nel momento in cui ti avvicini a portare a casa la vittoria ci viene un po' di paura. Anche se domenica scorsa eravamo nella metà campo del Parma attaccando, poi abbiamo subito il pareggio. Volevamo tanto i tre punti, serviva a noi per coronare un momento di continuità. Dopo Brescia e Milano avevamo fatto bene, ci è rimasta la gioia della vittoria strozzata in gola. 
 

Lavoriamo per quelle che sono state le nostre mancanze, forse ora paghiamo un po' quanto abbiamo meritato in questo campionato. Quest'anno è tutto in bilico, ci sono partite in cui il risultato può essere qualsiasi. Ci sono squadre blasonate come la Roma ieri che non riescono a fare punti. Mai come quest'anno questo aspetto non era evidente. 
 

L'assenza di Cigarini? Molte volte ha giocato Totó (Oliva ndr). Ho sicuramente tante soluzioni da poter sfruttare. 
 

Primavera? Stanno facendo un grandissimo lavoro Canzi con Conti. Domani sono sicuro che si faranno trovare pronti. Pereiro? Ha determinate caratteristiche però quello che facciamo noi gli puó essere congeniale".