RITIRO PEJO - Rastelli: "Inizia una stagione importante. Cossu? Ama questa maglia, può dare tanto"

 di Federico Paparusso  articolo letto 3844 volte
Pejo2017 - Massimo Rastelli
Pejo2017 - Massimo Rastelli

Da oggi si fa sul serio. Dopo l'arrivo nella giornata di ieri in Val di Sole, sede del ritiro estivo, il Cagliari è sceso questa mattina in campo per il primo allenamento della nuova stagione rossoblù 2017/2018. Tutti presenti, ad eccezione di Cragno e Isla, ancora in ferie dopo la fine dei rispettivi impegni con le proprie nazionali. In tarda mattinata è arrivato anche Andrea Cossu, che ha chiesto e ottenuto un permesso speciale. Presente il neo acquisto Luca Cigarini mentre Marco Andreolli arriverà a Pejo nella giornata di domani. Al termine della seduta odierna, il tecnico Massimo Rastelli ha parlato ai media nella sala stampa adiacente al campo sportivo di Celledizzo: "Sono contento di ricominciare una nuova avventura - esordisce Rastelli - le vacanze mi hanno permesso di recuperare energie mentali e fisiche. Andremo ad affrontare una stagione importante e difficile". E' stato ristrutturato lo staff tecnico: "E' stato ampliato per le necessità del gruppo, curando tutti i particolari. Numericamente eravamo un po' corti e abbiamo individuato alcune figure che ci hanno permesso di fare un lavoro concreto a 360°, questa è una novità. Inoltre rispetto all'anno scorso, ci saranno allenamenti tecnico tattici al mattino e fisici al pomeriggio dove comunque ci sarà la presenza del pallone, per aumentare intensità e dare ritmo. Scrematura del gruppo? E' la prima volta che lavoro con così tanti giocatori. Fortunatamente l'ossatura è quella dell'anno scorso, abbiamo volti nuovi come Cigarini e poi Cossu, arrivato questa mattina. Domani ci sarà anche Andreolli. Il ruolo di Cossu? E' un simbolo, viene con grande umiltà a dare tutto per la squadra. Sappiamo quanto ami questa maglia. Avrà tutto il tempo per ritagliarsi il suo spazio. I principi di gioco dello scorso finale di stagione? Non cambieranno rispetto alla stagione passata. Dobbiamo trovare i nostri equilibri per cercare di fare sempre risultato. Partiamo da un'ottima base, con grande parte della squadra uguale. Coi giusti innesti possiamo completarlo per andare a colmare le lacune della scorsa stagione", conclude l'allenatore ex Avellino.