SECONDO TEMPO DA INCUBO PER IL CAGLIARI: LA JUVENTUS CALA IL POKER

06.01.2020 17:05 di Vittorio Arba   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
SECONDO TEMPO DA INCUBO PER IL CAGLIARI: LA JUVENTUS CALA IL POKER

Terza sconfitta consecutiva per il Cagliari, che perde per 4-0 all'Allianz Stadium di Torino, grazie alla tripletta di Cristiano Ronaldo ed al sigillo di Higuain.

Due legni centrati dai rossoblu, in avvio di ripresa da Simeone e nel finale da Joao Pedro.

PRIMA FRAZIONE DI CONTENIMENTO

Rossoblu che prediligono la fase difensiva nella prima frazione di gioco, difendendo con tutti e undici gli effettivi e provano a ripartire in contropiede. Esordio dal 1' per Walukiewicz, che affianca Klavan al centro della difesa. I bianconeri provano a fare la partita e mantengono il pallino del gioco, mentre Joao Pedro e compagni si sacrificano in fase difensiva. La prima conclusione bianconera arriva al 9', quando Alex Sandro calcia in maniera sbilenca da fuori area, mandando il pallone alle stelle. Alla mezzora ci prova Dybala, conclusione al volo in piena area di rigore e pallone che termina altissimo. Passano 2' e Olsen si rende protagonista di una bella parata su colpo di testa ravvicinato da parte di Ronaldo: Giacomelli ferma tutto per fuorigioco del portoghese. Al 35' la prima vera occasione dell'incontro: corner dalla destra da parte di Pjanic ed incornata da parte di Demiral, pallone che si stampa sulla traversa e termina sul fondo. Prima frazione di gioco che si chiude a reti bianche, con i rossoblu di Maran che contengono le iniziative bianconere. Padroni di casa comunque poco incisivi, finora.

KLAVAN DORME, I COMPAGNI LO SEGUONO: LA JUVE NE APPROFITTA E DILAGA

In avvio di ripresa cambia tutto, esattamente al 49': Klavan appoggia in maniera troppo superficiale verso Walukiewicz, Ronaldo ne approfitta ed intercetta il pallone, anticipando il polacco e saltando Olsen in uscita. Vantaggio bianconero frutto di un autentico regalo da parte della retroguardia rossoblu. Al 60' arriva la prima, vera, occasione rossoblu: Joao Pedro apre a destra per Nainggolan, traversone in mezzo per Simeone che stacca di testa e centra la traversa. E' soltanto un fuoco di paglia, perchè i rossoblu piano piano spariscono dai radar ed i bianconeri dilagano.

Al 64' ci prova Dybala su punizione dal limite, ma Olsen è attento e respinge, mentre 2' arriva il raddoppio di marca bianconera: Rog stende Dybala in area, Giacomelli concede il penalty, prontamente realizzato da Cristiano Ronaldo. Due a zero bianconero e match virtualmente chiuso. Maran si gioca la carta Cerri per Simeone, ma non basta, all'80' Higuain penetra in area e cala il tris bianconero, mentre un minuto dopo ancora Ronaldo, imbeccato da Douglas Costa, firma tripletta e 4-0. Nel finale ci prova Joao Pedro, ma la sua conclusione si stampa sul palo. La Juventus dilaga, il Cagliari rivede vecchi fantasmi. Terza sconfitta di fila, sabato arriva il Milan di Ibrahimovic: inutile dire che serve una vittoria, se non si vuole perdere di vista il treno europeo.