Un Cagliari talmente brutto che sembra un'opera d'arte moderna

31.12.2018 10:20 di Federico Cannas   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Un Cagliari talmente brutto che sembra un'opera d'arte moderna

“Sei talmente brutto che sembri un capolavoro d’arte moderna”: Questa era la frase che lo spietato Sergente Maggiore Hartman rivolgeva a uno dei suoi marines nel capolavoro cinematografico Full Metal Jacket, e a pensarci bene, sarebbe perfetta anche per descrivere lo spettacolo offerto dall’undici rossoblù sabato a Udine. Una prestazione oscena, negativa sotto tutti i punti di vista, in cui la squadra diretta da Rolando Maran ha mostrato probabilmente il peggio di sé: non può sempre reggere la scusa delle assenze, perché bastava dare un’occhiata alle formazioni titolari per rendersi conto del fatto che qualitativamente il Cagliari fosse comunque superiore all’Udinese. L’Udinese, amici: una squadra, come detto, tecnicamente inferiore, ma anche in piena crisi di gioco e risultati, eppure loro hanno fatto la partita che dovevano fare, con grinta, corsa, fame: tutto quello che è mancato ai nostri. Ma del resto noi siamo dei maestri nel far tornare in vita squadre in grossa difficoltà, e non è certo la prima volta che avversari che sino a una settimana prima erano dei morti viventi, non appena vedono i quattro mori diventano dei cecchini assetati di sangue. Non c’è nulla da salvare della giornata di ieri, se non forse il fatto che, nonostante tutto, si rimane comunque a +7 sulla zona pericolosa, ma guai a rilassarsi: le concorrenti si stanno già attrezzando (Il Bologna sembra aver già bloccato Soriano e Sansone, rinforzi decisamente di alto livello per una squadra che lotta per non retrocedere) , e il Cagliari continua ad essere troppo discontinuo nei risultati e nelle prestazioni.