Un Danilo alla conquista di Cagliari

28.11.2012 10:24 di Giampaolo Gaias  articolo letto 4099 volte
© foto di Federico De Luca
Un Danilo alla conquista di Cagliari

Alzi la mano chi avrebbe detto che in pochi mesi Danilo Avelar, terzino brasiliano proveniente dal campionato ucraino, avrebbe convinto tutti. Sicuramente non ci avrebbe scommesso l'ex tecnico rossoblù Ficcadenti, che fatta eccezione per l'esordio di Marassi col Genoa, lo ha puntualmente escluso dalla formazione preferendogli Pisano a sinistra con Perico a destra. Danilo non giocava ma i suoi "tweet" erano sempre improntati su temi felici e sul tanto atteso ritorno in campo. Con la coppia Pulga-Lopez Avelar è tornato in campo e non ne è più uscito. Prestazioni convincenti, sempre meno timidezza nel proporsi in avanti e un sinistro educato che a Cagliari non si vedeva da tempo. Umile, sempre sorridente, mai una parola fuori posto. Avelar è così, un ragazzo come tanti che in pochi mesi ha imparato molto bene l'italiano e che ha dato filo da torcere, due settimane fa, a un mostro sacro come Javier Zanetti. 

Se l'obiettivo era rendere meno traumatica la partenza Agostini per ora è sulla buona strada. E se col Napoli fosse entrato quel pallonetto da 30 metri, dopo il controllo di tacco, le nuove tribune di Is Arenas sarebbero state messe a dura prova.