Conti 407 volte rossoblù: eguagliato il record di Brugnera

 di Roberto Rubiu Twitter:   articolo letto 7981 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport
Conti 407 volte rossoblù: eguagliato il record di Brugnera

La Gazzetta dello Sport in edicola oggi celebra le 407 presenze con la maglia del Cagliari di Daniele Conti, che oggi raggiungerà Brugnera in cima alla graduatoria dei giocatori con più caps in rossoblù. 

A gennaio ha blindato la sua vita: pallone e Sardegna. Con i colori del Cagliari, Daniele Conti insidia i sedici anni di fila firmati da Gigi Riva. Lui, la mezzala di Nettuno, figlio di Bruno, in cima al mondo al Mondiale spagnolo del 1982, è sbarcato in città nel 1999. Pensava fosse una semplice tappa. Per maturare, dopo il debutto con la Roma di Bianchi prima e Zeman poi. Un esordio speciale, quello in giallorosso: con tanto di gol sotto la curva Sud. E invece, per il capitano, quello verso l'isola nel cuore del Mediterraneo è stato un biglietto di sola andata. Oggi, con l'Udinese, incide un'altra tacca nella classifica che da due giornate guida in solitudine: Conti taglia il nastro delle 407 gare ufficiali col Cagliari.

Con 406 presenze (279 in A, 101 in B e 26 in coppa Italia), dopo essersi lasciato alle spalle Nené (382 solo in A), raggiunge Brugnera (407): il numero 5 — in onore di Falcao — guida quindi la storia del club dei quattro mori. «Credo di poter ambire al passaporto della Sardegna» dice spesso. Dalla prima in rossoblù — con la Lazio, 2-1 all'Olimpico — il regista ha siglato 45 reti: 34 in A, 8 in B e 3 in coppa. Da diversi anni è il castiga Roma. Ma anche ai tifosi del Napoli ha regalato seratacce, ribaltando il risultato con gol a fil di sirena.
Di Natale Ora, al Nereo Rocco, il quattordicesimo faccia a faccia con l'inossidabile Totò Di Natale, altra icona di un calcio romantico e in bianco e nero. Il bilancio? Due vittorie, 3 pari e 9 sconfitte. Il bomber ha inflitto al Cagliari 5 reti. La mezzala ha replicato con 2. La storia prosegue. Con il primogenito Bruno jr che sgambetta nelle giovanili rossoblù. E nonno Bruno che appena può palleggia con lui nel cortile sotto casa. Un film a colori. Con Daniele che si sente più sardo che mai.
Voglia di rivalsa «Aver perso al 94' al San Paolo contro il Napoli ci dà una carica speciale. E non scordiamo la sconfitta dell'andata a Udine: forse, quella contro i friulani, è stata la nostra partita peggiore. Loro stanno bene, noi pure» dice il tecnico rossoblù Diego Lopez. A Trieste — out Dessena, Ekdal, Cossu ed Eriksson — tornano Conti e Pinilla. È probabile di vedere in campo il tridente. Nel gruppo c'è anche Muroni, da tenere d'occhio, classe '96.
Cellino non parla Il presidente del Cagliari Massimo Cellino, arrestato per peculato e falso nell'inchiesta sulla realizzazione dello stadio Is Arenas di Quartu, si è avvalso della facoltà di non rispondere al pubblico ministero Lussu. In merito alle accuse sugli abusi edilizi, Cellino avrebbe fatto sapere di essersi attenuto alle prescrizioni previste