Gazzetta dello Sport - Is Arenas, regna l'ottimismo. Contro l'Atalanta solo due settori aperti?

21.08.2012 10:38 di Fabio Frongia   Vedi letture
Fonte: Mario Frongia per La Gazzetta dello Sport
© foto di Alberto Fornasari
Gazzetta dello Sport - Is Arenas, regna l'ottimismo. Contro l'Atalanta solo due settori aperti?

 

"Lavoriamo serratamente per raggiungere l'obiettivo". Carolina Bellantoni, vice prefetto di Cagliari, dispensa ottimismo: la scommessa Is Arenas Stadium corre sul filo di lana. Ma può essere vinta. Il traguardo? Giocare Cagliari-Atalanta, il 2 settembre, prima gara interna, nell'impianto di Quartu. Ieri, la Commissione provinciale di vigilanza ha fatto il punto sull'agibilità strutturale. Ma ha tenuto conto anche delle segnalazioni della Questura. Ovvero, sicurezza, zone di prefiltraggio e riguardo per gli spettatori, interdizione alle auto, viabilità, dislocazione dei media.

"Per affrontare questi temi il tempo è strettissimo. Ma ci conforta vedere all'opera in parallelo diversi tavoli tecnici", spiega il vice prefetto. Alla riunione della Commissione, oltre a rappresentanti di vigili del fuoco, forze dell'ordine, Coni e comune di Quartu, ha preso parte Massimo Cellino. "Meglio che non parli", il commento captato. Ma il patron è fiducioso sul debutto coi bergamaschi nello stadio quartese. In archivio anche la questione Sconvolts: il logo degli ultrà, apparso sui seggiolini della curva Nord, è stato rimosso su input della polizia. "Poteva sembrare una provocazione", ha detto il questore Luigi Savina.

Corsa contro il tempo, voltando pagina, la Commissione tiene d'occhio soprattutto gli standard di agibilità dell'impianto di via Beethoven. "Ora aspettiamo lo sviluppo e le carte dei lavori. Ma non disperiamo di farcela", rimarca Bellantoni, riferendosi a modifiche non previste dal progetto. "Sono convinto che ce la faremo", dice il sindaco di Quartu, Mauro Contini. Dietro le quinte prende corpo l'idea che per l'Atalanta vengano aperti solo curva Nord e Distinti, circa 7mila posti. Una mediazione che darebbe garanzie idonee alla prefettura. Si vedrà. Intanto, c'è una data chiave: martedì prossimo la Commissione dà il via libera al Cagliari. Da qui, un'altra scossa al cantiere: circa 60 tra tecnici e operai sono all'opera.

Le imprese guidate dal direttore tecnico Marcello Vasapollo lavorano anche sul restyling del palasport adiacente allo stadio, sede provvisoria per squadre, arbitri, antidoping, inviati di Lega e cronisti. E si corre anche per le zone rossa e blu, anelli perimetrali a tutela della tifoseria e per l'accesso allo stadio. Anche su questo fronte, comune e Cagliari procedono in sintonia. Intanto, si registrano le preoccupazioni dei residenti ("Quando gioca il Cagliari non potremo muoverci da casa per 12 ore") e degli ambulanti (manca il piano che ne regolarizza le attività). E attendono risposte rapide per proseguire le attività Tespiense atletica (sfrattata dall'Is Arenas, in attesa di una sede come previsto) e il team di A di calcio a 5.