Gazzetta dello Sport - Prima a Quartu: così il Cagliari riporta la A nella provincia

I sardi debuttano in casa a Is Arenas a porte chiuse: ecco un'altra città non capoluogo tra le sedi in massima serie. Ficcadenti evita la seconda conferenza in tre gare.
02.09.2012 13:55 di Fabio Frongia   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Gazzetta dello Sport - Prima a Quartu: così il Cagliari riporta la A nella provincia

 

Dopo 150 giorni e cinque partite a 800 chilometri da casa, il Cagliari torna in Sardegna. Per debuttare a Quartu Sant'Elena: settantamila abitanti, regno dei dolci e del pane tipico, buon feeling con i colori rossoblù. La terza città sarda è la settima non capoluogo a ospitare match di Serie A dopo Casale, Empoli, Legnano, Busto Arsizio (Pro Patria), Novi Ligure (Novese), Cesena e Lecco.

Casa dolce casa. Cossu e soci ripartono dall'Is Arenas Stadium, "bomboniera" con gli spettatori a sei metri dal fallo laterale, confinante con le Saline e l'area protetta di Molentargius, oasi di fenicotteri e decine di specie rare. I rossoblù, dopo una settimana di dubbi e tensione, evitano Trieste. Stasera trovano l'Atalanta. A porte chiuse. In un impianto da 16.700 seggiolini ancora incompleto, tirato su in appena tre mesi: le duecentomila piantine di gramigna sono state impiantate l'ultima settimana di maggio. Insomma, il club di Cellino – stranamente in ombra nelle ultime convulse giornate di cantiere, sopralluoghi, permessi, commissioni di vigilanza, prefetti, sindaci e Lega – riparte da zero. Il Cagliari è al «suo» settimo campo: Stallaggio Meloni, via Pola, Amsicora e Sant'Elia a Cagliari, Manconi a Tempio Pausania, Nereo Rocco a Trieste. In breve, alla vigilia di una gara che segna la storia sportiva, e non solo, del club e della comunità locale, i motivi per gioire non mancano. Eppure, Ficcadenti non parla.

Silenzio. Il tecnico evita la seconda conferenza in tre gare: anche prima dello Spezia (Coppa Italia) si era defilato. Complicato capire quanto ci sia di suo e quanto faccia capo al club. I tifosi avrebbero meritato più attenzione. Con addosso le tossine della sconfitta di Genova, il Cagliari è al nono anno di fila in A. Pinilla al 90 per cento out, Casarini in rosa ma non convocato, Nené e Larrivey ancora in rossoblù, le news. Di fatto, i temi non sarebbero mancati. Ficcadenti chiede pazienza e gioco di squadra. Si parte senza pubblico e sotto gli occhi delle forze dell'ordine: il sindaco di Quartu, Mauro Contini, ci ha messo la faccia. Con la Roma, tra venti giorni, l'appuntamento clou: lo stadio dovrebbe essere a posto. Is Arenas, una scommessa vinta pur con tante contrarietà, è il sogno rossoblù che si realizza. Di fatto, il match con i bergamaschi vale doppio. Soprattutto per aspetto mentale. Per il resto, squadra fatta, con Conti in regia dopo il turno di squalifica. E la voglia – dopo aver ringraziato il presidente Percassi per la sportività – di conquistare i primi punti.