L'Unione Sarda - Sant'Elia, addio alle tribune metalliche

Il Cagliari smonta le strutture che verranno installate nell'impianto di Is Arenas

27.06.2012 10:30 di Fabio Frongia   Vedi letture
Fonte: Michele Ruffi per L'Unione Sarda
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
L'Unione Sarda - Sant'Elia, addio alle tribune metalliche

Il Cagliari smonta le tribune Dalmine installate nello stadio Sant’Elia nel 2003: per ora la società rossoblù ha eliminato le due curve e si appresta a trasferire – destinazione Quartu – i distinti che in questi nove anni hanno ospitato i tifosi. Il Comune però ritiene che le strutture facessero «ormai parte integrante dell’impianto sportivo», anche se l’amministrazione ha comunque scelto – per il momento – di non cercare di fermare il cantiere.

LA LETTERA -  In una lettera firmata dal dirigente del servizio di Edilizia pubblica II, Mario Mossa, si ricorda «che le tribune furono a suo tempo fornite e montare dalla società senza richiesta di alcuna autorizzazione all’amministrazione e delle quali si è preso atto “obtorto collo” con la convenzione attualmente in essere». Secondo il Comune le tribune «hanno inevitabilmente modificato lo status quo dell’immobile e che la maggioranza degli interventi eseguiti dall’amministrazione sono scaturiti da questa anomalia strutturale determinata dalla presenza di una struttura nella struttura. Preme tuttavia evidenziare che allo stato attuale le strutture, pur di vostra proprietà», scrive Mossa al Cagliari, «fanno ormai parte integrante dell’impianto sportivo e parte integrante e sostanziale della convenzione in essere». Un passaggio che lascia intendere una presunta irregolarità nel trasferimento delle tribune, anche se nel resto della lettera la società rossoblù non viene diffidata dal proseguire i lavori.

"MANCA LA CAPIENZA NECESSARIA" -  Il dirigente fa anche notare che «l’eliminazione delle tribune metalliche compromette l’utilizzo dell’impianto per la capienza necessaria alle partite del campionato nazionale», nonostante il Cagliari abbia già da tempo comunicato che giocherà il prossimo campionato a Trieste e, appena sarà pronto l’impianto, a Quartu. Intanto ieri in Consiglio l’assessore allo Sport Enrica Puggioni ha annunciato che «sta proseguendo la procedura di risoluzione del contratto» di concessione del Sant’Elia al Cagliari. Durante un lungo dibattito sul futuro dell’impianto, stimolato dalle mozioni di Alessio Mereu e Edoardo Tocco, il sindaco Massimo Zedda ha chiarito che le trattative con la società rossoblù «per la riqualificazione dello stadio» non sono chiuse ma «non possiamo fare regali con il patrimonio comunale.
A Is Arenas ieri sono cominciati i lavori di installazione delle tribune metalliche. In questi giorni stanno spuntando i primi fili d’erba nel campo quartese.