Nainggolan dal Belgio: "Posso essere criticato in campo, non fuori. Sono un calciatore, non un santo"

Nainggolan dal Belgio: "Posso essere criticato in campo, non fuori. Sono un calciatore, non un santo"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Insidefoto/Image Sport
domenica 14 novembre 2021, 20:15Ex rossoblù
di Vittorio Arba

Radja Nainggolan, direttamente dal Belgio, torna a parlare della parente ritiratagli nei mesi scorsi e delle critiche per i suoi atteggiamenti extra calcistici, che lo accompagnano ormai da anni. Queste le parole rilasciate al quotidiano Gazet van Antwerpen: "Ancora tre settimane e potrò riavere la patente. In Italia è andata decisamente peggio. Qui, come ho sempre fatto, cerco di fare il mio lavoro, giocando a calcio, nel miglior modo possibile. Posso essere criticato su questo, è il mio lavoro ed è quello per il quale vengo pagato, non sul resto. Sono un calciatore, non un santo".