Francesco Sotgiu: "Olbia e Torres tutte da scoprire in un campionato difficile. L'Olbia in particolare riparte da zero: investimento importante sui giovani"

Francesco Sotgiu: "Olbia e Torres tutte da scoprire in un campionato difficile. L'Olbia in particolare riparte da zero: investimento importante sui giovani"TUTTOmercatoWEB.com
sabato 3 settembre 2022, 15:00Le altre sarde
di Laura Pace

Domani prende avvio il campionato di Serie C, e domani al “Nespoli” l'Olbia giocherà contro contro il Pontedera alle 17.30, sarà il primo step per i bianchi nel girone B di serie C. Nuovo allenatore, rosa ringiovanita. Francesco Sotgiu, storico dirigente dei bianchi, analizza alla vigilia del via la situazione in casa Olbia e lo fa ai taccuini della Nuova Sardegna: "Sarà un’Olbia tutta da scoprire. La società ha fatto un investimento importante sui giovani, una scommessa. La cosa più importante, però, è che si crei il giusto seguito. Mi riferisco alla gente allo stadio, la squadra meriterebbe di essere seguita di più. In tutti questi anni l’Olbia è riuscita a tenere testa a società molto più grosse. Non aspettiamoci niente di straordinario da subito. L’allenatore e i giocatori hanno bisogno di tempo".

La valutazione del girone B è positiva: "Rispetto a quelli del sud e del nord forse è più abbordabile. Ci sono realtà che fanno il compitino, come proprio il Pontedera, che non credo possano essere rivali importanti. L’obiettivo playoff? Dipende se i ragazzi arrivati si dimostreranno all’altezza. Dietro c’è anche uno zoccolo duro che deve trasmettere la giusta mentalità".

Francesco Sotgiu è uno dei pilastri dell'Olbia, cominciò a collaborare con il club bianco negli anni ’70: "Quest’anno nel girone ci sarà la Torres. Un derby che ricordo? Vittoria clamorosa al Nespoli, stagione ’92-’93 con Colomba in panchina, gran gol di Frattini. Poi è indimenticabile la finale playoff di serie D con rete di Mastinu a Sassari nel 2016. Sono contento, spero che all’andata e al ritorno venga presa come una partita di calcio e non una guerriglia urbana. Il presidente Udassi stesso è stato nostro giocatore per due anni, l’olbiese doc Armando Farina ha giocato dieci anni a Sassari. In squadra, abbiamo Biancu".