Ventura: "La situazione del Cagliari l'ho vissuta in prima persona. Non riesce a calarsi nella mentalità della B"

Ventura: "La situazione del Cagliari l'ho vissuta in prima persona. Non riesce a calarsi nella mentalità della B"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
giovedì 24 novembre 2022, 20:45Primo piano
di Vittorio Arba

Gianpiero Ventura, ex tecnico del Cagliari, ha parlato dei rossoblù di microfoni di Pianeta Serie B, analizzando le difficoltà di una formazione retrocessa dalla massima serie e che non riesce ad ingranare nella serie cadetta: "Ciò che sta vivendo il Cagliari è una dinamica che io ho vissuto in prima persona. Quando sono stato lì per la prima volta la squadra era reduce da una retrocessione amara dopo lo spareggio con Mazzone in panchina. La situazione mentalmente e psicologicamente era drammatica ed è simile a quella di quest’anno perché bastava fare un gol al Venezia già retrocesso per restare in Serie A. Per questo dico: il vero problema non è quanto forte sia la squadra ma quanto la capacità nel calarsi una nuova realtà sia incisiva. Questo è il vero grande problema di chi retrocede, al contrario di chi sale dalla C che prosegue sulla grande voglia e disponibilità del successo. Chi retrocede crede che serva la qualità per dominare la Serie B ma non è così perché in cadetteria serve rabbia, umiltà e saper affrontare la sconfitta perché in questo campionato è impossibile non perdere 5 o 6 partite. Porto avanti un esempio: per arrivare in cima ad una vetta impervia ci puoi arrivare o con una 4×4 sporca di fango o con auto ben più lussuose: con le ultime non ci arrivi, con la prima sì".