Jeda: "Mazzarri buon allenatore, ma inadatto a questo Cagliari"

Jeda: "Mazzarri buon allenatore, ma inadatto a questo Cagliari"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
domenica 14 novembre 2021, 13:15Interviste
di Vittorio Arba

Jeda, ex attaccante del Cagliari, ha rilasciato un'interessante intervista ai colleghi di footballnews24.it. Tra le tante tematiche trattate, la situazione deficitaria del Cagliari ed il cambio di allenatore tra Semplici e Mazzarri: "È un momento complicato, molto brutto, che sinceramente non mi aspettavo. In particolare dopo quello che era successo lo scorso anno, dove il Cagliari aveva rischiato tantissimo, ma grazie all’arrivo di Semplici era riuscito a fare il cambio di mentalità. Quest’anno a livello di risultati e di gioco va anche peggio. Vedo un Cagliari in grandissima difficoltà, cosa che non mi aspettavo visti gli investimenti fatti in estate. Pensavo che la scorsa stagione avesse fatto scattare un campanello d’allarme, invece quest’anno sto rivedendo le stesse problematiche e non ne capisco il motivo. L’unica cosa certa è che le responsabilità sono di tutti, allenatore, giocatori e società compresi". Il brasiliano prosegue: "Esonerare un allenatore dopo così poche giornate è un errore gravissimo, perché bisogna dargli comunque il tempo di lavorare col gruppo, questo lascia intendere che la riconferma di Semplici è stata in parte forzata dal risultato della scorsa stagione. Mi piacerebbe capire il perché di un esonero così frettoloso, a questo punto sarebbe stato meglio non riconfermarlo affatto. Il Cagliari è una società seria, che non ha bisogno di presentazioni, ma esonerare un allenatore è sempre pericolo, perché crea confusione e soprattutto porta allo spreco di risorse economiche importanti. "Questa scelta mi ha lasciato perplesso, non tanto per il valore di Mazzarri che rimane un ottimo allenatore. Non mi sembra un allenatore adatto al momento del Cagliari, perché non è uno che subentra a stagione in corso. Se ci aggiungiamo il fatto che la squadra mi sembra molto lontana dalla sua idea di calcio, le perplessità sono ancora maggiori. Vedendo i risultati non credo che la società abbia preso la scelta giusta, ma non per colpa di Mazzarri, semplicemente non mi sembrava il profilo più adatto in una situazione come quella che sta vivendo il Cagliari. Vedo una squadra in grossa difficoltà partita dopo partita, penso che un intervento sul mercato sia obbligatorio per cercare di trovare una via di uscita".