CRISI CAGLIARI: SAU E TUIA RENDONO L'EPIFANIA INDIGESTA AI SARDI

06.01.2021 14:22 di Vittorio Arba   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
CRISI CAGLIARI: SAU E TUIA RENDONO L'EPIFANIA INDIGESTA AI SARDI

Seconda sconfitta in questo 2021 per il Cagliari, che cade in casa per 2-1 contro il Benevento del grande ex Marco Sau.

Rossoblu avanti al 20' con Joao Pedro, sul finire del primo tempo gli uomini di Inzaghj ribaltano tutto: prima con Sau e poi con Tuia.

Di Francesco può finalmente contare su Radja Nainggolan e sorprende tutti schierando Caligara a centrocampo e Pavoletti in avanti.

Lo stesso Pavoletti trova il gol dopo soli 2', giustamente annullato dal direttore di gara per un fallo dell'attaccante livornese.

Lo stesso Abbattista concede un penalty agli ospiti al 12', ma il VAR segnala l'assenza del fallo di Cragno su Lapadula ed il direttore di gara torna indietro sulla propria decisione.

Ospiti nuovamente pericolosi al 15', ma Sau davanti a Cragno, sciupa tutto. Al 19' clamorosa occasione per Nainggolan, che vede Montipò fuori dai pali e calcia da poco oltre la metà campo, costringendo l'estremo difensore a deviare in corner.
Corner che vede il Cagliari portarsi in vantaggio con Joao Pedro, che intercetta l'incornata di Pavoletti, sul corner calciato da Marin ed insacca la rete dell'1-0 rossoblu.

Sembra mettersi bene per gli uomini di Di Francesco, ma il Benevento è vivo e vegeto e sul finire della prima frazione, beffa per due volte i rossoblu: al 41' Sau aggancia il suggerimento di Schiattarella e trafigge Cragno, mentre al 45' Tuia insacca di testa la rete del 2-1 ospite.

In avvio di ripresa Di Francesco corre ai ripari e toglie Caligara, a dir poco evanescente ed inserisce Sottil, che al 60' impegna senza successo Montipò.
Nemmeno i cambi sembrano dare una marcia in più ai sardi, con Simeone, Pereiro ed il partente Pisacane che entrano in campo senza cambiare le sorti dell'incontro. All'85' altra doccia gelata per il Cagliari: battibecco tra Nandez e Caprari entrambi ammoniti, "El Leon" applaude sarcasticamente l'arbitro e viene espulso.
Rossoblu che sfiorano il gol al 95', ma la girata di Simeone viene respinta da Montipò.

Doccia gelata per Nainggolan e compagni, successo che manca da ormai due mesi e situazione sempre più critica in classifica, in attesa degli altri incontri di giornata.

Prossimo appuntamento domenica alle 18 in casa della Fiorentina: sicuramente senza Nandez squalificato e con la speranza che Godin possa tornare arruolabile, viste le palesi difficoltà evidenziate dalla coppia Ceppitelli-Walukiewicz.

CAGLIARI (4-3-2-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Ceppitelli (77′ Pisacane), Tripaldelli (67′ Simeone); Nandez, Marin; Caligara (46′ Sottil); Nainggolan (81′ Pereiro), Joao Pedro; Pavoletti.
A disposizione: Aresti, Vicario, Boccia, Pajac, Pinna, Oliva, Cerri, Tramoni. 
Allenatore: Eusebio Di Francesco

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Improta, Tuia (89′ Maggio), Glik, Barba; Hetemaj (89′ Dabo), Schiattarella, Ionita; Insigne (71′ Foulon), Lapadula (75′ Di Serio) ; Sau (75′ Caprari)
A disposizione: Manfredini, Lucatelli, Pastina, Del Pinto, Basit, Masella.
Allenatore: Filippo Inzaghi.

MARCATORI: 25′ Joao Pedro (C), 41′ Sau (B), 43′ Tuia (B)

AMMONITI: 4′ Caligara (C), 5′ Schiattarella (B), 86′ Improta (B), 88′ Sottil (C), 90’+3 Pisacane (C)

ESPULSI:  85′ Nandez (C)

ARBITRO: Eugenio Abbattista di Molfetta