Inter-Cagliari, le pagelle dei rossoblù: Nainggolan straripante. Cragno, ottimo ritorno

26.01.2020 14:18 di Redazione Cagliari   Vedi letture
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Inter-Cagliari, le pagelle dei rossoblù: Nainggolan straripante. Cragno, ottimo ritorno

Cragno 7 - Si rivede per la prima volta in stagione dopo un lungo infortunio. Salva più volte i suoi evitando un passivo peggiore.
 

Faragò 6.5 - Prestazione solida da terzino, dà una mano anche in avanti impegnando Handanovic.
 

Walukiewicz 5 - Lautaro ha più malizia e più qualità. Fatica a contenerlo, non riuscendo a impedirgli di concludere a rete e anche di segnare.

Klavan 6.5 - È lui a guidare il reparto e a mettere una pezza quando necessario. Lukaku è un brutto cliente, ma viene arginato.

Pellegrini 6 - Regge il confronto con Young, crescendo col passare dei minuti. (Dal 76' Mattiello sv).
 

Nandez 6.5 - È sacrificato sulla fascia ma questo non gli impedisce di creare qualche problema agli avversari. Attivo soprattutto nel primo tempo, è un martello in fase difensiva e offensiva.

Oliva 6 - Viene preferito a Cigarini e gioca una partita ordinata, mostrando personalità a dispetto dell'età e di uno stadio come San Siro con oltre 70mila spettatori. (Dal 74' Castro 6.5 -Entra e dopo quattro minuti legge benissimo un traversone di Joao Pedro, facendo velo per Nainggolan. Che ringrazia e pareggia).
 

Ionita 6 - Prova di sostanza per il moldavo, che riesce a sganciarsi e inserirsi anche nell'area avversaria.

Nainggolan 7.5 - Giocatori fra i migliori della Serie A e sicuramente tra i più positivi di questa stagione. Partita speciale contro chi non lo ha ritenuto da Inter. Si fa vedere nei ripiegamenti, eccelle con un paio di chiusure da difensore e pesca il jolly che vale il pareggio. (Dall'86' Cigarini sv).

Joao Pedro 6.5 - Si vede poco per gran parte della partita ma ha enormi meriti nell'azione dell'1-1 credendoci su un pallone quasi morto e trasformandolo in un assist vincente.

Simeone 6 - Ha una buona palla gol a inizio partita ma non trova la porta. Sgomita ma non riesce mai a impegnare Handanovic.