live tc

Parla Mazzarri: "Domani Combattivi e coraggiosi. I giovani del Cagliari? Possono fare grandi cose, basta che non si montino la testa"

LIVE TC - Parla Mazzarri: "Domani Combattivi e coraggiosi. I giovani del Cagliari? Possono fare grandi cose, basta che non si montino la testa"TUTTOmercatoWEB.com
giovedì 25 novembre 2021, 12:30Primo piano
di Laura Pace

12:30 Fine conferenza. Ci rivedremo domani per la diretta Cagliari-Salernitana, seguitela con noi!!

CAGLIARI IDEALE - Contro il Sassuolo si sono avvicinati alla mia idea di squadra e di calcio ideale. In quel frangente siamo noi che abbiamo messo in difficoltà loro. Io vedo la squadra in crescita giorno dopo giorno. Con la Roma e col Venezia avevo già visto qualcosa. Io sono sempre ottimista ma sempre cauto. E da una partita all'altra io voglio conoscere questa squadra in maniera caratteriale.

GIOVANI - Contro il Sassuolo eravamo una delle squadre più giovani della serie A. Io non mi creo problemi se sono giovani, certo che mancare una partita per giocatori poco esperti non ha senso. Bisogna avere una squadra anche con giocatori amalgamati e navigati. Ma sono contento di avere una squadra con un settore giovanile così importante. Mi piacerebbe, usciti da questa situazione, farli esordire dalla Primavera.

JOAO E KEITA - Joao è un leader in campo con i fatti, oltre alla sua abilità atletica. Keita è un altro giocatore importante e generoso. Anche contro il Sassuolo pretendevo un po' di più. Ma bisogna recuperare la condizione fisica, e quando anche Keita troverà una condizione migliore ci darà una mano in più, ne sono sicuro. Non ci dobbiamo scordare che i ritmi, dopo che si sta fermi per un po' di tempo, vanno recuperati. Il goal contro il Sassuolo era perfetto, ma pretendo sempre di più. 

FASCE E BELLANOVA - Lui è un ragazzo che tiene la testa sulle spalle e può avere una grande carriera e un grande futuro. Basta che non creda di essere arrivato per aver fatto due partite buone. Bellanova e Nandez ci devono dare una grande mano, e crescere sempre di più. Questo è solo l'inizio. 

RITMI E PARTITE - Coi ritmi del calcio moderno si cala, undici giocatori che resistano a quei 90 minuti è dura. Non avere cambi è molto impegnativo. I secondi tempi bisogna giocarli meglio del primo tempo per questo è importante avere calciatori sempre prestanti a livello fisico. 

MERCATO - Sul mercato? Non è ancora aperto. Bisogna arrivare con i punti prima di tutto. Per me è quello conta. Poi a gennaio, a momento debito, se ne parlerà. Bisogna dare fiducia ai nostri giocatori che ci sono ora. La mia preoccupazione è ora quello di vedere i miei giocatori andare in campo a fare punti. Sapere che sono accostati al nome di altre squadre non mi interessa e nemmeno a loro. Se ne parlerà a gennaio. 

STROOTMAN - Si è allenato bene in questi tre giorni. Ma quando dico giocatori recuperati o che riescono a trovare la condizione non è detto che io li utilizzi. Come avete visto nel Sassuolo siamo stati bravi perché ho fatto 4 cambi. Deiola ha pressato anche il portiere quando è entrato, Oliva lo stesso, etc. La squadra nel finale è cresciuta perché c'erano cambi freschi. Son contento di recuperare giocatori importanti proprio per questo. Più ne abbiamo a disposizione e meglio è, così da fare 3-4 cambi importanti alla fine. Solo così si ottengono risultati e si vince la partita. Si cala se non si hanno cambi, come con la Lazio. Eravamo ai minimi termini. 

MENTALITÀ - Come dico ai giocatori quando si va in campo si deve fare il massimo per quei 95 minuti senza pensare ad altro. Si vede con l'allenatore, nel momento dell'intervallo, se cambiare atteggiamento. Se si vince o si perde non bisogna cambiare atteggiamento. La squadra non si deve porre limiti, fare troppi calcoli o avere paura. L'atteggiamento ha cambiato le cose per noi. 

PAVOLETTI E PROSSIME PARTITE - Pavoletti oggi prova, non si è mai allenato dopo il problema. Vediamo se lo recupero per domani. Bisogna fare il più possibile alla fine per la partita, se giochi in un certo modo puoi fare partite che vinci e non ti aspetti. Pensiamo a domani e facciamo una finale importantissima. Anche perchè pochi giorni e poi si parte per Verona. Ho recuperato qualche giocatore ma qualcun altro no. Non sono uno che fa programmi, si deve pensare alla partita successiva 

SALERNITANA - Sembra assurdo, contro la Sampdoria avrebbero vinto. Contro il Napoli avrebbero potuto pareggiare. La Salernitana è una squadra controllata dall'allenatore, un allenatore sanguigno. Aspettiamoci una partita difficile. Però noi dobbiamo andare oltre, fare nostra la partita, e soffrire il meno possibile. Non dobbiamo sottovalutare niente, in fase difensiva, piazzati etc etc. 

GIOCATORI - Io guardo come si allenano, quelli che corrono, quelli più in forma. Giovani o un po' più grandi non mi interessa, non guardo al carta d'identità. Ma la forma fisica. Grassi per esempio ha acquisito una forma fisica ottimale dopo vari allenamenti e l'ho mandato in campo. Non si può prescindere da una condizione atletica importante nel calcio di oggi. Come in Champions: i ritmi sono altissimi. Noi dobbiamo andare quanto loro, a mille. È un concetto che devono sposare tutti i miei giocatori. 

CONTRO IL SASSUOLO - Mi è piaciuto di quella gara che ,rispetto ad altre, fino all'ultimo minuto abbiamo tentato di vincerla. Dopo la partita stessa le mie squadre hanno dato fino all'ultimo, e lo abbiamo fatto, per la prima volta. Noi abbiamo avuto 2/3 occasioni sul finale, e non ci siamo accontentati. Se una squadra quel giorno doveva vincere eravamo sicuramente noi. E lo stesso vorrei vedere domani, vorrei una squadra aggressiva. Palla a centro campo e andiamo a fare goal. Una squadra combattiva e coraggiosa. Più attenta nella fase difensiva. Sul poco tempo che abbiamo avuto abbiamo cercato di recuperare alcuni errori. Domani bisognerà dare poco tempo agli avversari. 

RECUPERI E DALBERT - La formazione non si dice, è bene non dare vantaggi agli avversari. Oggi Dalbert prova. Ma domani deciderò, nemmeno i ragazzi sanno chi giocherà.

Inizia la conferenza 

Alle 12:00 il tecnico del Cagliari Walter Mazzarri parlerà in conferenza stampa (virtuale) in vista della gara contro la Salernitana che si terrà domani alle 20:45 all'Unipol Domus. Dopo il grande pareggio avuto al Mapei Stadium contro il Sassuolo un 2-2, il Cagliari sembra rigenerato con una nuova carica ritrovata. Domani sarà quindi una nuova occasione per migliorare sempre di più per cercare la salvezza meritata. L'avversario di domani, la Salernitana, verrà in casa rossoblù a cercare punti. Come sta la squadra ad un giorno dalla sfida contro i granata? Per saperlo segui con noi il LIVE!