Ripartenza da incubo: a Verona esordio amaro per Zenga, finisce 2-1 per l'Hellas

I rossoblù in apnea per mezz'ora contro gli scaligeri, trascinati da Di Carmine (doppietta). Espulso Borini, di Simeone il gol della speranza
21.06.2020 11:56 di Redazione TuttoCagliari.net   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ripartenza da incubo: a Verona esordio amaro per Zenga, finisce 2-1 per l'Hellas

Dopo tre mesi di stop forzato, imposto dalle norme sul contenimento del coronavirus, il Cagliari riparte da Verona. E riparte da dove era rimasto: tredici gare filate senza una vittoria, una squadra apparsa incapace di mordere in zona gol. E con l'Hellas, dunque, arriva un nuovo stop, che allontana (definitivamente?) i rossoblù dalle zone nobili dell'Europa minore e avvicina proprio gli scaligeri al paradiso calcistico. Termina 2-1, e neppure il gol di Simeone, arrivato al tramonto del primo tempo dopo che il Verona era rimasto in dieci per l'espulsione di Borini (piede a martello sulla tibia di Rog: deve intervenire il Var per "salvare" l'incerto Manganiello) rianima una formazione con poco mordente. L'esordio di Zenga, così, è da dimenticare.

Senza Nainggolan e Joao Pedro, ma con capitan Ceppitelli di nuovo al centro della difesa, Zenga sceglie Pereiro e Simeone in attacco. Juric punta invece Di Carmine davanti (con Verre e Borini) ed Empereur a guidare la retroguardia. L'Hellas parte fortissimo: dopo 30 secondi Cragno respinge un tiro di Lazovic, che al 13' indovina la giocata e serve in area Di Carmine, che di testa trafigge l'estremo rossoblù. Ancora Lazovic sugli scudi centra l'incrocio dei pali e alla mezz'ora, dopo un pasticcio a centrocampo, arriva il raddoppio firmato ancora da Di Carmine, che indovina il destro e trafigge Cragno. 

Nella ripresa, dopo l'espulsione di Borini e il gol di Simeone sul finale della prima frazione, il Cagliari spinge ma non riesce incidere: entrano anche Birsa e Paloschi, ma Cigarini al 69' si fa espellere per doppia ammonizione, riportando le squadre in parità numerica. 

VERONA-CAGLIARI 2-1 (2-1)
HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri, Rrahmani, Empereur, Kumbulla, Faraoni, Amrabat, Badu, Lazovic (38’st Dimarco), Verre (1’st Veloso), Borini, Di Carmine (3’st Zaccagni). (22 Berardi, 96 Radunovic, 9 Stepinski, 11 Pazzini, 15 Bocchetti, 18 Lucas, 21 Gunter, 23 Dimarco, 29 Salcedo, 98 Adjapong). All. Juric.
CAGLIARI (3-5-1-1): Cragno, Cacciatore (23’st Mattiello), Ceppitelli, Pisacane, Nandez, Ionita (23’st Paloschi), Cigarini, Rog, Pellegrini (38’st Lykogiannis), Pereiro (1’st Birsa), Simeone. (90 Olsen, 1 Rafael, 36 Carboni, 15 Klavan, 40 Walukiewicz, 35 Ladinetti, 27 Lombardi). All: Zenga.
Arbitro: Manganiello di Pinerolo.
Reti: Di Carmine al 14′ e 26, Simeone al 43′.
Ammoniti: Pereiro, Pisacane, Cigarini, Ceppitelli, Badu e Nandez.
Espulsi: Borini per gioco violento e Cigarini per doppia ammonizione.
Angoli: 1-5.
Recupero: 1′ e 3′.