esclusiva tc

De Paola: "Cagliari, devi dare qualcosa in più per mordere il campionato"

ESCLUSIVA TC - De Paola: "Cagliari, devi dare qualcosa in più per mordere il campionato"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luca Di Leonardo
venerdì 30 settembre 2022, 14:30Primo piano
di Roberta Lai

A ventiquattro ore dal fischio d’inizio di Cagliari-Venezia, match valevole per la settima giornata del campionato di Serie B, la redazione di TuttoCagliari.Net ha intervistato in esclusiva l’ex centrocampista rossoblù Luciano De Paola. La sua disamina sull’attualità della squadra guidata da Fabio Liverani.

Cosa pensa del campionato di Serie B?

“Molto livellato. Al momento, non c’è una squadra che possa ammazzare il campionato. Il Brescia è una squadra di giovani, viaggia sulle ali dell’entusiasmo. Le corazzate sono Genoa, Parma e Cagliari, squadre che dovrebbero fare la differenza ma che stanno un po’ zoppicando. Aspettiamo, i cavalli si vedono all'arrivo".

Un po’ di fatica da parte delle big come sta avvenendo, d’altronde, anche in Serie A. Quale potrebbe essere la motivazione?

“Di solito cambi allenatore, qualche giocatore, non si riesce a trovare il modulo e, qualche volta la fortuna non è dalla tua parte. Le grosse squadre non sono molto fortunate ma è anche vero che al momento non vanno a cento all’ora. La cosa più importante, secondo me, è avere quei tre, quattro leader che si fanno sentire nello spogliatoio e che poi, in campo, trascinano tutti. Nel Cagliari, al momento, non vedo grossi leader”.

A proposito del Cagliari. Come giudica questa fase iniziale del campionato rossoblù?

“La Serie B è un campionato difficile, ci sono tantissime partite. Quando si pensa di costruire una squadra capace di ammazzare il campionato è tutto facile se questa corre, lotta e suda. Il Cagliari ha tanti giocatori importanti ma nel calcio non conta solo la qualità. Se non corri, se non sei sul pezzo, se non mangi le palle all’avversario tutto diventa difficile. Liverani è un bravo allenatore ma in Serie B si deve mordere”.

La mentalità dei rossoblù, dunque, non è ancora quella giusta?

“I risultati, in questo momento, dicono questo. La Reggina è prima in classifica perché è una squadra importante ma soprattutto ha un Ménez che sta facendo la differenza. Il Cagliari ha giocatori importanti come Nandez, Lapadula che però, al momento, non stanno incidendo nella maniera giusta”.

Un Cagliari al di sotto delle aspettative?

“È normale aspettarsi qualcosa di più. Vista la squadra, visti i programmi che sono stati fatti il Cagliari deve dare qualcosa di più”.

Domani il Cagliari affronterà il Venezia. Che partita si aspetta? Come vede il probabile inserimento di Viola o Deiola davanti alla difesa?

“Viola è un giocatore forte, di qualità, con il piede sinistro può fare la differenza. Il Cagliari ha dei giocatori importanti, tutti potrebbero essere titolari. Bisogna avere quella rabbia, quella voglia di vincere che avevamo noi ai tempi della doppia promozione. Il Venezia, poi, è già in difficoltà. Con un’eventuale sconfitta, Javorcic potrebbe saltare”.

Si ringrazia Luciano De Paola per la disponibilità e la cordialità nell’accettare e svolgere questa intervista.