live tc

Liverani: "Sensazioni positive. Dobbiamo lavorare in silenzio e mantenere l'umiltà"

LIVE TC - Liverani: "Sensazioni positive. Dobbiamo lavorare in silenzio e mantenere l'umiltà"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Paola Pascalis
giovedì 4 agosto 2022, 11:20Primo piano
di Maria Laura Scifo

Tra poco, alle 11.30, il tecnico del Cagliari Fabio Liverani presenterà in conferenza stampa la sfida tra Cagliari e Perugia, valida per i 32esimi di Coppa Italia. Primo impegno ufficiale della stagione ormai giunto per i rossoblù che poi la settimana prossima avranno modo di cominciare il loro cammino anche in Serie B. Segui la diretta testuale della conferenza con TuttoCagliari.net!

Termina la conferenza

Ritorno a Cagliari: "Normale che vivrò l'avventura riguardando anche indietro. Quando ero arrivato qui ero un ragazzo di tante speranze e concretezze. Oggi torno qui da uomo maturo, che ha fatto una carriera in ciò in cui sognavo. La forza che ho è che vivo sempre un sogno e riesco ad esaudire i miei sogni. Bisogna sempre cercare di voler realizzare i propri sogni. Domani quando entrerò in campo potrò realizzarne un altro: allenare una squadra in cui sono stato protagonista".

Pereiro: "Gaston è uno di quelli che si è allenato di più. Quello che gli cerchiamo di togliere è queste pause che ha nella partita. Un giocatore con le sue caratteristiche deve trovare lui la chiave del dove trovare la posizione, andarsi a mettere. Ci stiamo lavorando e si sta impegnando moltissimo anche lui, è un giocatore che stiamo aspettando. Ha le qualità per essere un trascinatore, che può essere anche silenzioso".

La qualità della squadra: "La qualità migliore della squadra è che c'è volontà di fare, poi dobbiamo evitare di essere passivi durante la partita. L'allenamento più importante credo sia quello dell'attenzione. Poi una squadra qualitativamente buona. Dobbiamo mantenere l'attenzione".

Perugia: "Affrontiamo una squadra che l'anno scorso ha fatto i playoff e ha mantenuto un modulo e un'idea di calcio. La cosa più difficile che dobbiamo fare e toglierci i panni di una squadra che vincerà facilmente. Dobbiamo avere un'idea di calcio e mantenere l'umiltà"

Sui giovani: "Giocare 38-40 finali a livello mentale diventa troppo dispendioso. Ogni partita sarà una tappa fondamentale importante per un obiettivo finale. I ragazzi della primavera hanno dimostrato di poter stare in questo gruppo. La crescita loro passa tramite errori ed esperienze. In pianta stabile ci sono 5-6 giocatori che saranno protagonisti".

Sulla Coppa Italia e la scelta del capitano: "Credo che la Coppa Italia non ha valore quando si vince, quando si perde diventa subito una tragedia. E' una partita importante. Quando sono arrivato qua era tutto molto negativo e io ho trovato un  valore umano di alto livello. Ho grande contentezza di poter stare in questa famiglia. Sulla scelta del capitano sono in difficoltà perché ho più leader in questo spogliatoio. Credo lo sceglierò alla vigilia del campionato. Domani sarà Pavoletti".

Nandez e Rog: "Rog lo ringrazio perché sono qui da un mese, ma credo che sia sempre un lavoro di squadra. Marko ha sentito un'aria per lui diversa, una proprietà vicina, ma volenterosa di fare anche un sacrificio economico. La volontà di Rog era quella di stare qui e di dare ancora qualcosa a questa squadra, poi il campo deve dare la stessa risposta della volontà. Ma lo stesso lavoro che faccio con Rog lo faccio con Nandez. Sa quanto la città allenatore e compagni lo stimano. Se rimane qui deve essere un riferimento tecnico e umano nella squadra. Una guida anche per i ragazzi più giovani. Lui ha dato grandi segnali".

Pavoletti e Lapadula: "Pavoletti e Lapadula possono giocare da soli, alternarsi, giocare insieme. Più giocatori d'attacco si impiegano, più deve avere equilibrio la squadra".

Sensazioni sulla squadra: "Soprattutto con quelli che hanno avuto continuità dal 3 luglio ad oggi qualcuno mi ha stupito di più. MI hanno comunicato grande abnegazione e voglia di fare. Dobbiamo trasformarli in obiettivi e risultati. C'è una sensazione positiva nell'aria"

Mercato: "E' una domanda che sarebbe meglio fare al DS e alla società. I giocatori che erano stati detti in uscita sicuro, poi sono stati smentiti. Con Rog c'era un rapporto chiaro. Cerchiamo di lavorare a fari spenti, veniamo da un anno di difficoltà e sappiamo che dobbiamo fare tutto possibilmente in silenzio. Vediamo da qui a fine mese cosa succederà".

Le condizioni della squadra: "E' evidente che è la prima partita ufficiale. Le sensazioni sono positive, poi dopo la partita ne avremo di più veritiere. La squadra, escluso le assenze che non possono essere sicuramente un problema ad oggi, chi si è allenato ad oggi ha sicuramente più probabilità di scendere in campo, sapendo che affrontiamo una squadra di livello".

Comincia la conferenza stampa

11.24 - Arriva il report dall'infermeria: Rog, Tramoni, Nandez, Delpupo, Ciocci e Desogus proseguono con la tabella dei lavori personalizzata. Deiola ha ripreso ad allenarsi con il gruppo.

11.15 - Buongiorno dalla redazione di TuttoCagliari.net, siamo in attesa del mister Liverani che tra poco arriverà in sala stampa